Roma-Lazio: I numeri del match

Roma -Bastano 45’ alla Roma per mettere il derby in sicurezza e sorpassare la Lazio in classifica. Dopo solo cinquanta secondi i giallorossi trovano il vantaggio con Abraham: l’ex centravanti del Chelsea sfrutta un rimpallo sulla traversa colpita da Pellegrini direttamente da calcio d’angolo. Il numero 9 giallorosso raddoppia al 22’ sfruttando un assist al bacio di Karsdorp che sulla destra umilia Hysaj. Lazio in bambola che subisce il colpo del K.O. al 40’ quando Pellegrini si inventa una traiettoria imprendibile da calcio piazzato, 3-0. Nella ripresa i biancocelesti provano per dieci minuti a riaprire la gara, poi con il diminuire dei minuti a disposizione è diminuita anche l’intensità della manovra laziale.   

Numeri – Equilibrato il bilancio dei tiri, con i giallorossi che hanno tentato la conclusione per 11 volte contro i 9 tiri della Lazio, mentre nello specchio in leggero vantaggio i padroni di casa 5 a 3. Lazio che fa possesso e la Roma prova a fare male nelle ripartenze; i dati del possesso palla lo dimostrano, al termine della sfida la Lazio fa registrare una netta supremazia 66% contro 34% anche se il possesso risulta sterile. Migliori nei dribbling i biancocelesti con 11 dribbling riusciti contro i 9 degli ospiti. Lazio che prevale nella precisione dei passaggi con l’ 88% di precisione mentre i giallorossi si fermano al 74%. 

Singoli – Sono ben tre i calciatori che hanno tentato la conclusione 3 volte: Immobile, Abraham e Pellegrini. In porta però solo Abraham ci arriva 2 volte (i due gol) mentre Immobile, Pedro, Luis Alberto e Mkhitaryan raggiungono lo specchio in una sola occasione a testa. Adam Marusic, con 93 palle giocate, è il giocatore con più tocchi in tutta la gara, seguito a ruota da Acerbi, 91 e Milinkovic Savic con 90 tocchi. Pellegrini fa registrare più dribbling di tutti, 4, un gradino sotto Milinkovic e Mkhitaryan con 3. Luis Alberto, Milinkovic e Pellegrini creano di più occasioni da gol di tutti, 2 a testa.

Corsa – Bryan Cristante ha percorso più Km di tutti, 11.9, seguito da Milinkovic e Mkhitaryan che coprono 11.7 km a testa. Lucas Leiva e Mkhitaryan fanno registrare il ritmo più alto chiudendo la gara con una velocità media di 10.9 Km/h, poco più lenti Immobile, Luis Alberto e Felipe Anderson che mantengono una media di 10.8 km/h, Abraham 10.7 km/h. Il giallorosso Karsdorp è il più veloce del match raggiungendo i 33.4 Km/h, subito dietro la coppia Lazzari e Ibanez che raggiungo una velocità massima di 32,5 Km/h. Complessivamente i biancocelesti hanno corso qualche metro in più degli avversari: 108.2 la distanza coperta dai biancocelesti mentre i giallorossi si fermano a 107.7.

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*