Lazio-Venezia: I numeri del match

Roma – Nel ricordo di Pino Wilson, capitano della Lazio del primo scudetto, i biancocelesti conquistano la seconda vittoria consecutiva. Lazio che batte di misura il Venezia dando continuità alla vittoria di Cagliari. Continua così la striscia di risultati utili consecutivi contro il Venezia, che non hai mai vinto in casa dei biancocelesti in Serie A. Immobile, al 58’, trasforma il penalty concesso da Manganiello dopo “On Field Review” e regala la vittoria ai biancocelesti. Prima rete per Immobile ai lagunari, unica squadra di Serie A alla quale non aveva mai segnato in carriera. 

Numeri – Equilibrato il bilancio dei tiri, con i lagunari che hanno tentato la conclusione per 7 volte contro i 10 tiri della Lazio, mentre nello specchio in leggero vantaggio gli ospiti 2 a 1. Lazio che fa la partita e i dati del possesso palla lo dimostrano , al termine della sfida la Lazio fa registrare una netta supremazia 66% contro 34%. Migliori nei dribbling i biancocelesti con 9 dribbling riusciti contro i 2 degli ospiti. Lazio che prevale nella precisione dei passaggi con l’ 89% di precisione mentre gli ospiti si fermano al 82%. 

Singoli – Sono ben tre i calciatori che hanno tentato la conclusione 3 volte: Immobile, Acerbi e Crnigoj .In porta però ci arrivano solo in tre: Immobile, Henry e Crnigoj con una conclusione nello specchio a testa. Luiz Felipe, con 106 palle giocate, è il giocatore con più tocchi in tutta la gara, seguito a ruota da Milinkovic Savic, 102. Felipe Anderson e Zaccagni fanno registrare più dribbling di tutti, 3, un gradino sotto Kiyine con 2. Luis Alberto è il giocatore che crea di più: 3 occasioni da rete create dal mago di San José del Valle. 

Corsa – Sergej Milinkovic Savic ha percorso più Km di tutti, 12.5, seguito da Ethan Ampadu  con 12.1 Km e Lucas Leiva con 11,5 Km. Ciro Immobile ha fatto registrare il ritmo più alto chiudendo la gara con una velocità media di 10.95 Km/h, poco più lento Busio che mantiene una media di 10.89 km/h. Il capitano biancoceleste è anche il più veloce del match raggiungendo i 32.92 Km/h, subito dietro 2 decimi sotto, mentre Okereke con i suoi 32.21 Km/h è  il migliore tra i suoi. Complessivamente i biancocelesti hanno corso, ancora una volta, meno degli avversari percorrendo 110,6 Km, mentre il Venezia ha chiuso il match coprendo 112,3 Km.

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*