Cagliari-Lazio: I numeri del match

Roma – Torna a vincere la Lazio dopo un pareggio esterno (Udine) e una sconfitta interna (Napoli) nelle ultime due gare. Continua così la striscia di risultati utili consecutivi contro il Cagliari (16), è la striscia aperta più lunga contro un avversario. Immobile, al 16’, trasforma il penalty concesso da Maresca dopo “On Field Review” e porta in vantaggio gli ospiti. Ciro bagna così la sua gara numero 200 in biancoceleste, altro record infranto dal bomber di Torre Annunziata che agguanta Piola a 143 reti in Serie A. Il raddoppio arriva a pochi minuti dall’intervallo, Luis Alberto strappa e spacca il Cagliari in due, la palla arriva a Felipe Anderson che offre allo stesso Luis Alberto un cioccolatino da spingere in rete. Nella ripresa arriva il terzo gol, Milinkovic recupera palla in mezzo al campo con il Cagliari sbilanciato, serve Felipe Anderson al limite, il brasiliano salta come birilli tre avversari e deposita alle spalle di Cragno. 

Numeri – Equilibrato il bilancio dei tiri, con gli isolani che hanno tentato la conclusione per 16 volte contro i 13 tiri della Lazio, mentre nello specchio in leggero vantaggio i capitolini 5 a 3. Gara equilibrata anche nel possesso palla, al termine della sfida la Lazio fa registrare una leggera supremazia 55% contro 45%. Migliori nei dribbling i rossoblù con 9 dribbling riusciti contro i 7 degli ospiti. Lazio che prevale nella precisione dei passaggi con l’ 81% di precisione mentre i padroni di casa si fermano al 76%. 

Singoli – Sono ben cinque i calciatori che hanno tentato la conclusione 3 volte: Immobile, Felipe Anderson, Luis Alberto, Marin e Bellanova. Immobile, Felipe Anderson e Marin sono i più precisi con 2 conclusioni nello specchio. Milinkovic, con 103 palle giocate, è il giocatore con più tocchi in tutta la gara. Bellanova fa registrare più dribbling di tutti, 3. Dopo di lui ci sono Felipe Anderson, Luis Alberto e Marin a quota 2.

Corsa – Stefan Radu ha percorso più Km di tutti, 12.5, seguito da Milinkovic con 10 Km e Gaston Pereiro con 9,7 Km. Lucas Leiva e Marina hanno fatto registrare il ritmo più alto chiudendo la gara con una velocità media di 11 Km/h. Il più veloce del match è stato Felipe Anderson che ha raggiunto i 33.7 Km/h, mentre Altare raggiunge i 33.2 Km/h il migliore tra i suoi. Complessivamente i biancocelesti hanno corso, stranamente, meno degli avversari percorrendo 88,6 Km, facendo registrare il dato più basso da inizio stagione. Il Cagliari ha chiuso il match coprendo 89,4 Km.

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*