Apre Immobile, chiude Anderson, a Cagliari la Lazio rialza la testa. Cagliari-Lazio 0-3

Cagliari – Si chiude sullo 0-3 il match tra Cagliari e Lazio, risposta importante dei biancocelesti alla vittoria della Roma nel pomeriggio, tre punti che tengono in corsa Champions la squadra di Sarri. Apre Immobile nel primo tempo dal dischetto, poi finalmente la rete in contropiede di Luis Alberto, sfortunato nelle scorse gare nel trovare il gol. La chiude Felipe Anderson nel secondo tempo, dribblando tutta la difesa avversaria ed infilando in rete il pallone dello 0-3. Grande prestazione di squadra, Luis Alberto ed Anderson i più ispirati, ottime risposte da Radu e dal rientrante Acerbi che hanno chiuso la porta agli attacchi dei rossoblù. La prossima gara sarà con il Venezia, alla ricerca di punti salvezza, un match che anticiperà la stracittadina con la Roma, spartiacque in chiave Europa per entrambe le squadre.

Avvio – In un Unipol Domus gremito, la Lazio parte controllando la gara e concedendo poco e niente ad un Cagliari che, quando prova a ripartire, s’infrange spesso contro la difesa biancoceleste. La prima occasione cade sui piedi di Immobile al 6′, la sua conclusione in area da posizione defilata finisce al lato del palo sinistro della porta di Cragno. E’ l’inizio del fraseggio biancoceleste che mette in grande difficoltà i rossoblù, specie al 13′ quando Immobile in contropiede serve Anderson a destra solissimo, il basiliano spreca calciando male con il sinistro. Appena 5 minuti dopo, arriva l’evento che sblocca il match. Luis Alberto recupera sulla trequarti del Cagliari e calcia, palla deviata di braccio da Altare in area. Naresca riguarda l’azione al VAR e concede il penalty, dal dischetto Immobile spiazza Cragno e porta in vantaggio la Lazio al 18′. Ci prova poco dopo anche Milinkovic, il colpo di testa del serbo su calcio piazzato di Luis Alberto finisce alto sopra la traversa. Sul finale di primo tempo, dopo aver dettato il ritmo della gara per tutta la frazione di gioco, la Lazio trova il raddoppio con Luis Alberto che inizia il contropiede con un tunnel su Marin, va da Immobile che apre ancora per Anderson. Pipe entra in area e torna al centro dallo spagnolo che deve solo appoggiare in rete per firmare lo 0-2 biancoceleste al 42′. E’ l’ultimo evento di un primo tempo dominato dalla Lazio che ha saputo subito reagire alla sconfitta con il Napoli.

Secondo Tempo – La squadra di Mazzarri rientra in campo andando immediatamente alla conclusione con Marin, Strakosha si distende e blocca tranquillamente. Il Cagliari sembra essere più deciso nei contrasti rispetto alla prima frazione di gioco, visto anche il doppio svantaggio e la necessità di rientrare in gara contro una Lazio in grande forma. Altra ripartenza per i biancocelesti, al 50′ scatta il 4 contro i 1, Anderson serve Immobile in area, destro di prima e grande risposta di Cragno che evita lo 0-3 e devia in angolo, sprecato il vantaggio numerico e la possibilità di chiudere il match per la Lazio. I Sardi provano a creare delle occasioni concrete, ma l’attenzione del reparto difensivo, guidato dal rientrante Acerbi, è altissima. E’ ancora Marin a calciare verso lo specchio della porta difesa da Strakosha, il romeno al 58′ viene servito al limite da Joao Pedro e calcia col mancino, la sua conclusione viene bloccata in due tempi dal portiere albanese. A chiudere i giochi ci pensa Felipe Anderson, Milinkovic strappa il pallone ad un centrocampista del Cagliari e serve direttamente Pipe al limite dell’area, il brasiliano salta due difensori con due finte e mette a sedere Cragno. 0-3 al minuto 62 e gara in ghiaccio. Primo cambio per Sarri dopo il terzo gol, Pedro prende il posto di Mattia Zaccagni, prova generosa in fase di ripiego per il numero 20.

Finale – La Lazio gestisce il risultato, ma il Cagliari non molla e con l’orgoglio cerca di tornare in partita, ci prova Dalbert dal limite dell’area, tiro respinto da Anderson, poi Baselli cerca la porta praticamente da fermo, palla alta che finisce sul fondo. Una doppia volée, prima di Lovato e poi di Pavoletti, sfiorano la parte alta della traversa sul finale, in cui la Lazio spreca di nuovo in contropiede. Questa volta un 3 contro 1 all’82’, dove Immobile va da Anderson che calcia addosso all’unico difensore del Cagliari presente in area. Sarri sostituisce proprio il brasiliano, autore di una grandissima gara condita da un gol ed un assist, con il giovanissimo Luka Romero. Anche un super Luis Alberto lascia il campo a Toma Basic per gli ultimi 5′ di gioco più recupero. All’88’ arriva a sorpresa l’espulsione di Marusic, il montenegrino, già ammonito e dunque squalificato per la prossima gara con il Venezia, colpisce con la mano il pallone a mezz’aria fermando la possibile ripartenza di Bellanova. Seconda ammonizione e cartellino rosso per Marusic, Lazio in 10 nei 4′ di recupero, che va a prolungarsi per un infortunio al costato di Immobile. La gara si chiude al 98′, Maresca fischia la fine, 0-3 e 3 punti per Lazio.

Edoardo Colletti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*