Formello: Niente Immobile. Per Sarri Grosso dubbio in Difesa, e davanti?

Formello – Lo si attende, trepidantemente. C’è chi era pronto ad averlo visto aggirarsi nei pressi del centro sportivo biancoceleste già oggi pomeriggio, invece nulla. Ciro Immobile a due giorni dalla gara di ritorno con il Porto è ancora ai box, fermo da circa otto giorni. La speranza è quella che domani, ultimo giorno disponibile per l’allenamento ed il ritorno in gruppo, il capitano laziale possa fare la sua ricomparsa in campo, per guidare l’attacco alla conquista dell’Europa e sopperire alla gravissima assenza, per squalifica, di Mattia Zaccagni.

Tattica e Pretattica – I ragazzi biancocelesti si sono ritrovati oggi pomeriggio alle 15, agli ordini di Sarri, per preparare al meglio la sfida da dentro/fuori contro i portoghesi. La notizia positiva dall’inizio della settimana riguarda il ritorno di Acerbi, abile ed arruolato per giovedì. Ora la scelta è del Comandante: rigettarlo subito nella mischia? Oppure confermare la coppia Patric-Luiz Felipe in attesa di rischierare il centrale italiano titolare con il Napoli?. Le prove tattiche di oggi non sciolgono i dubbi, Sarri deciderà solamente domani, ma la sensazione è che comunque Acerbi possa giocare una porzione di partita, così come Cabral in avanti, complice anche il doppio impegno ravvicinato di coppa e campionato. Dopo il Porto, infatti, all’Olimpico domenica sera arriverà il Napoli e molti dovranno fare gli straordinari, uno su tutti Milinkovic, che guiderà il centrocampo insieme a Luis Alberto e Leiva. Il terzetto dovrebbe essere titolare sia contro i lusitani che contro i partenopei, al massimo giusto Cataldi potrebbe insidiare la titolarità in cabina di regia del  brasiliano, ma occorrerà vedere la tenuta fisica dell’ex Liverpool.

Infermeria e ipotesi – Dall’infermeria non arrivano notizie confortanti per la truppa laziale. Pedro sarà out sicuramente per Napoli e Porto, ancora da valutare precisamente il suo rientro in squadra. Lazzari è fermo per una lesione muscolare di secondo grado al flessore della coscia destra, Zaccagni sarà squalificato. Tutti attendono Immobile, ma qualora non ce la dovesse fare spazio a Cabral, Felipe Anderson e alla staffetta Raul Moro/Luka Romero. Meno attendibile la possibilità di un cambio di modulo con il 4-3-1-2 e l’inserimento di Basic a seguito dello spostamento di Milinkovic come centravanti. Sarri riflette, aspetta e prega, una cosa è certa, il Porto di Conceicao non perdona.

Alessio Aliberti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*