Sarri a Udine ritrova Felipe Anderson e scopre Jovane Cabral

Roma – La Lazio a Udine ritrova Felipe Anderson. Nota lieta della serata del Friuli per il “Corriere dello Sport”. Il brasiliano, scrive il quotidiano, libero dal peso di essere il vice Immobile dopo l’uscita di Pedro e il conseguente ingresso di Cabral, si è alleggerito e sulla fascia è tornato quello di inizio anno, o quasi. L’ultima rete risale all’andata contro l’Inter, da allora quattro mesi di pochi alti e tanti bassi. Evidente la differenza di rendimento tra quando agisce al centro dell’attacco con la sensazione che il ragazzo si sia liberato da un peso. Dal momento del gol, infatti, il brasiliano è stato letteralmente imprendibile, sulla sua fascia sono arrivate la maggior parte delle azioni offensive della Lazio. Buon segnale in vista delle prossime importanti gare. Segnali incoraggianti arrivano anche dalla prova di Jovane Cabral. Il nuovo acquisto si è fatto trovare pronto nonostante l’ingresso a freddo, proponendosi spesso in appoggio ai compagni. Secondo il quotidiano sportivo rimane il fatto che il capoverdiano non è un vice Immobile. Però, sembra poter svolgere quel ruolo meglio di Felipe Anderson e Pedro, che si esaltano sulla fascia.Nella speranze di riavere a disposizione Immobile, Cabra dovrà spostarsi sulla fascia in Europa League viste le assenze di Pedro, infortunato, e Zaccagni, squalificato.

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*