Milan-Lazio: I precedenti di coppa, positivo il dato degli ultimi anni

Roma – Una Lazio che vince e, soprattutto, convince al Franchi. I ragazzi di Sarri ritrovano certezze nella fase offensiva e ottengono o il quarto clean sheet consecutivo. Il comandante ora dovrà fare i conti con gli impegni ravvicinati, una problematica che il tecnico ha sempre evidenziato. Domani sera ci sarà in palio una semifinale, si gioca a “La Scala” del calcio e l’avversario è uno dei più in forma in questo momento: il Milan. Fortunatamente, al contrario del campionato, la Lazio non ha tradizione molto negativa contro i rossoneri nella coppa nazionale, anzi negli ultimi anni è addirittura positiva. L’ultima sconfitta rimediata al “Meazza” contro i rossoneri in Coppa Italia risale alla stagione 2011/12 quando Robinho, Seedorf e Ibrahimovic ribaltarono il vantaggio iniziale di Cissè. Successivamente i biancocelesti hanno ottenuto due vittorie, entrambe per 0-1, e un pareggio a reti inviolate.

La prima vittoria arriva nei quarti di finale della stagione 2014/15, la decide Lucas Biglia dal dischetto al 38’. Un pareggio 0-0 nella semifinale di andata nell’edizione 2017-18 che servirà poco visto che i rossoneri riuscirono ad aggiudicarsi la finale nel ritorno all’Olimpico dopo la lotteria dei calci di rigore. Decisivo l’errore dagli undici metri di Luis Felipe, prima del brasiliano anche Milinkovic e Leiva fallirono. Nell’ultimo precedente, che risale alla stagione 2018/19, la Lazio espugnò San Siro grazie alla rete di Correa che trafigge Reina in contropiede. Visto lo 0-0 dell’Olimpico, i biancocelesti conquistarono il pass per la finale, poi vinta contro l’Atalanta. Durante le le loro ultracentenarie storie, Milan e Lazio, si sono affrontati complessivamente in venti occasioni.  Bilancio in equilibrio con una leggera tendenza verso i meneghini che hanno vinto in 9 occasioni contro le 8 vittorie capitoline, solo 3 i pareggi. I tifosi biancocelesti si augurano di poter livellare sin da subito questo bilancio. 

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*