Immobile, un mese di straordinari per Ciro

Roma – Saranno ben sette le partite che i biancocelesti dovranno disputare in un mese. Il mister ha parlato dell’importanza di pensare una sfida alla volta. Ora la Fiorentina, poi il Milan in Coppa Italia, Bologna e così via. Un calendario fitto il rischio di infortuni che aumenta. Per questo sarà importante da parte del tecnico preservare al meglio il bomber di Torre Annunziata, senza dimenticare che a marzo l’Italia si giocherà l’accesso alla prossima Coppa del Mondo e il capitano biancoceleste vorrà farsi trovare pronto all’appuntamento. Come ricorda l’edizione odierna del Corriere dello Sport, con la partenza di Muriqi, rimane vacante il ruolo di sostituto di Ciro. I calciatori deputati a poterlo fare rimangono Pedro e Felipe Anderson. Il nuovo acquisto Cabral, è stato provato come esterno, lo stesso Sarri ha detto espressamente che valuterà in seguito se può ricoprire il ruolo centrale nel tridente. Intanto Ciro dovrà fare i conti con il calendario e, probabilmente, anche con gli straordinari. 

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*