Sarri: Il mercato oramai è chiuso, inutile parlarne, devo proteggere la squadra! Cabral? Lo conosco pochissimo

Formello: Poco prima della partenza verso Firenze, il tecnico biancoceleste Maurizio Sarri, ha preso la parola nella consueta conferenza stampa della vigilia. Dopo l’epilogo nel mercato e le tensioni degli ultimi giorni, il tecnico prova anche a fare chiarezza sulle ultime notizie circolate:

Banco di prova importante per la difesa a Firenze?“La Fiorentina in dieci partite in casa ha creato 81 occasioni da rete. Dovremo misurare la nostra crescita sul piano difensivo. Nelle ultime partite abbiamo perso solo contro Sassuolo ed Inter, non siamo in un momento delicato.”

Mercato?“Il mercato si è chiuso, è inutile parlarne e fare congetture. Ogni discorso può ritorcersi sulla squadra, non c’è nulla da dire. Possiamo fare meglio con i ragazzi che oggi sono a disposizione. Il rapporto con il Presidente Lotito è molto diretto, non ci sono problemi tra noi.”

Il pranzo di squadra è stato indetto per cementare il gruppo?“Il pranzo di squadra era programmato da tempo. Pensavamo di fare una grigliata qui nel centro sportivo ma non è stato possibile, allora siamo andati al ristorante. L’umore nello spogliatoio è buono.”

Cosa ne pensa dell’ultimo arrivo?“Cabral lo conosco pochissimo, ma nello staff c’è una persona che lo ha seguito. In questo momento il ragazzo deve recuperare sul piano fisico; è esplosivo e resistente, vedremo cosa ci darà. Ora lo abbiamo provato esterno, fare anche delle valutazioni al centro del tridente.”

Come sta la squadra?“Ieri Marusic non si è allenato, ma oggi era regolarmente in campo con la squadra, mentre Acerbi sta ancora lavorando a parte insieme al reparto medico. Tra qualche giorno tornerà con la squadra, ma non ci sono certezze fino al prossimo controllo. Radu sta abbastanza bene, negli ultimi mesi è cresciuto. Pedro da buone sensazioni, è stato fermo per un po’ di tempo, ma è talmente brillante che, appena mette piede in campo, sembra stia bene. Devo valutare se farlo giocare dall’inizio oppure se farlo entrare a gara in corso.” Infine il tecnico ha parlato dell’incidente capitato a Basic: “ha vissuto un episodio che lo ha scosso.”

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*