CALCIOMERCATO: i numeri tra cessioni e corsa contro il tempo

Roma – A meno di due giorni dalla chiusura della sessione invernale di calciomercato, Lotito e Tare stanno definendo le ultime operazioni in uscita per poi gettarsi, con la solita corsa contro il tempo, alla ricerca dei profili richiesti dal tecnico. Gli occhi sono puntati principalmente su due profili: Aleksej Miranchuk e Nicolò Casale. In uscita i Biancocelesti hanno già piazzato in prestito sei giocatori (Fares, Vavro, Escalante, Lukaku, Adekanye e Rossi), ci sarà da capire nella prossima semestrale la partecipazione agli ingaggi delle altre squadre. Intanto si stanno definendo le uscite di Muriqi, atterrato ieri a Mallorca, Jony e Durmisi. Il kosovaro dovrebbe percepire 42mila euro a settimana dal club spagnolo. Lo spagnolo sta per trasferirsi in prestito allo Sporting Gijon fino al termine della stagione mentre il danese allo Sparta Rotterdam, sempre in prestito. Una gestione delle uscite non troppo onerosa, volta soprattutto a cercare di risparmiare qualche ingaggio, e magari mettere in mostra qualche calciatore sperando in qualche offerente a giugno. Intanto dai primi di Febbraio dovrebbe arrivare la prima tranche della cessione del Tucu Correa, è atteso infatti già dalla prossima settimana l’incasso dei primi 10 milioni di euro. Tuttavia per sbloccare le entrate c’è ancora da fare i conti con l’indice di liquidità, servono 15 milioni che il presidente sembra pronto a mettere con la formula del finanziamento soci infruttifero. A questo punto ci si può concentrare sulle entrate: Casale e Miranchuk. Per il difensore si prospetta un’operazione alla Zaccagni, prestito con obbligo di riscatto, mentre per il russo il nodo è sulla formula del riscatto, Percassi vorrebbe inserire l’obbligo mentre Lotito vorrebbe il diritto, per lo stesso motivo della trattativa con il Mallorca per Muriqi. Ormai mancano pochissime ore alla chiusura, i tifosi sembrano rassegnati, la società sarà nuovamente pronta alla corsa contro il tempo? 

Antonio Frateiacci

1 Commento

  1. La solita strategia di merda di questa società di albanesi .Via Tare dall’Italia che sia radiato sto scafista .Tanto domani non arriva nessuno.Spero che da giugno il calcio mercato duri 21 giorni è solo 10 giorni a gennaio .poi vedrete cari laziaLi che incompetenza ha tare l’albanese.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*