Lazio, Sarri: “Ci è mancata brillantezza”

Al termine della partita contro l’Atalanta, l’allenatore della Lazio Sarri è intervenuto ai microfoni di Sky: “L’Atalanta aveva grandi difficoltà ma anche noi avevamo i nostri di problemi. Abbiamo dovuto fare a meno di 7 giocatori ma comunque abbiamo fatto una buona partita soprattutto dal punto di vista tattico. Ci è mancata un poco di brillantezza soprattutto nel secondo tempo, probabilmente i 120 minuti giocati in Coppa Italia hanno pesato sulle gambe dei giocatori. Noi dal punto di vista offensivo abbiamo fatto anche bene, siamo arrivato agli ultimi venti metri di campo con facilità, con qualità, con palleggio, poi nella zona di campo dove serviva quel qualcosa in più, abbiamo pagato appunto la scarsa brillantezza. Inoltre l’Atalanta, è vero che è stata costretta a fare a meno di tanti giocatori ma i difensori ce li aveva tutti e ha impostato proprio quel tipo di partita. Cercare di subire il meno possibile con una partita prettamente difensiva e quindi proprio quei difensori le hanno fatto molto comodo. La mancanza di brillantezza dovuta ai supplementari di martedì scorso disputati con gli stessi giocatori, perché alla fine anche a noi mancava la possibilità di attingere dalla panchina, è stata decisiva e ci ha impedito di trovare il guizzo o la giocata giusta per entrare in area di rigore ed essere pericolisi, poi anche le caratteristiche di alcuni come ad esempio Felipe Anderson, bravo negli spazi ma poco abituato ad attaccare l’area di rigore o lo stesso Zaccagni che sta cominciando adesso a provare a farlo, ci portano ogni tanto ad avere delle difficoltà, però se stiamo in campo nella maniera giusta anche nelle serate meno brillanti potremmo trovare la giocata giusta perché tutti li davanti sono in grado di farla in qualsiasi momenti di qualsiasi partita. Le società sono fatte di persone e questa è una società fatta di persone con le quali mi trovo bene. Dagli addetti di Formello, ai fisioterapisti, dai magazzinieri al cuoco, ho un buon rapporto con tutti e per questo mi sento a casa. Il presidente si interessa delle vicende tecniche ma a alla fine non mi ha mai chiesto niente. S’informa sempre se a Formello tutto funziona perfettamente ma non l’ho mai sentito chiedere qualcosa su questo o quel giocatore. Il contratto da rinnovare non l’ho ancora ricevuto ma so anche perfettamente che il presidente nell’ultimo mese ha avuto diversi problemi da sbrigare che forse erano più importanti”.

Poi intervenendo a Lazio style mister Sarri ha aggiunto su Felipe Anderson: “Avevo pensato di mettere Romero ma ho visto che il pubblico lo beccava ho preferito non tirarlo via perché altrimenti ne avrebbe sofferto troppo. Ha una sensibilità tripla su certe cose rispetto ad una persona normale.”

Informazioni su Mauro Simoncelli 295 Articoli
Vicedirettore di MondoLazio. Giornalista pubblicista dal 2004. Redattore di Lazialità e della trasmissione televisiva Lazialità in Tv su Teleroma 56 dal 2001. Conduttore dal 2014 di uno spazio sull'emittente Radio Incontro Olympia 105.8 in Fm. Collaboro attualmente con il sito all-news Notizie.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*