Muriqi: da epurato a vice Immobile. Come cambia il futuro del kosovaro dopo Lazio-Udinese

Roma – Sembrava essere ad un passo dal CSKA, ma la smentita di Tare nel pre-gara di Coppa Italia ed il suo schieramento da titolare potrebbero cambiare le carte in tavola. Il futuro di Vedat Muriqi, dopo Lazio-Udinese, sembra essere meno chiaro di prima. Da partente a soluzione, nonostante non segua neanche più la Lazio sui social. Le dichiarazioni di ieri del diesse biancoceleste ai microfoni di Mediaset hanno confermato lo stallo nelle trattative in uscita, compresa quella del kosovaro verso la Russia. Si fatica a trovare un accordo per cedere l’attaccante a titolo definitivo o in prestito con obbligo di riscatto, i suoi numeri in maglia Lazio non convincono i potenziali acquirenti. Eppure la partita di Vedat contro i bianconeri è stata di tutto rispetto, tre occasioni in area di rigore, due delle quali salvate da Becao e Silvestri, tanto movimento senza palla, aiuto alla squadra nei ripiegamenti e nella manovra. Una buona prestazione che, al momento della sostituzione con Immobile, gli è valsa gli applausi del pubblico bianoceleste. La situazione in chiave mercato, con meno di due settimane rimanenti per poter concludere delle operazioni, sembrerebbe poter rimanere bloccata, di conseguenza cambierebbe ancora il destino di Muriqi, a cui verrebbe concessa l’ultima vera e propria chance per poter convincere Sarri e la dirigenza e per giocarsi le sue carte da vice Immobile a Roma. Nonostante ciò, il nome del classe ’94 rimane in cima alla lista degli esuberi, una sua cessione darebbe modo alla società di regalare a tecnico toscano degli elementi utili al proprio modo di giocare a calcio. Vedat non si è mai ambientato a Roma e vorrebbe tornare in Turchia, le offerte, però, arrivano da Inghilterra, Russia e Francia – secondo il Corriere dello Sport ci sarebbe un interessamento da parte del Saint-Etienne – la Lazio studia delle possibili soluzioni, i prossimi 12 giorni saranno decisivi.

Edoardo Colletti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*