Il punto sul mercato: obiettivi ed uscite.

Roma – La questione mercato in casa Lazio ruota intorno ad un solo elemento: l’indice di liquidità. Se non arriveranno cessioni importanti, non potranno esserci acquisti. Tare è al lavoro per sbloccare la situazione, monitorando al contempo vari nomi.

Fabrizio Angileri (1994)

Il terzino argentino del River Plate qualche mese fa era stato dichiarato in partenza secondo le notizie di ESPN. Il suo agente, Pascual Fernando Lezcano, ai microfoni di “Como te va” si era espresso confermando i rumors che vedevano il suo assistito vicino ad un club italiano. Ora, invece, lo scenario sembra essere leggermente cambiato. Marcelo Gallardo, allenatore dei Millionarios da 7 stagioni, ha rinnovato il proprio contratto per un ultimo anno e vorrebbe trattenere i titolarissimi del suo undici, tra cui proprio Angileri. Il contratto dell’ex Godoy Cruz scadrà nel 2023 e la sua valutazione è di circa 7 milioni di euro. Verrà attesa la scelta del ragazzo: continuare in Argentina o fare il grande passo verso l’Europa.

Jens Cajuste (1999)

Il mediano del Midtjylland, obiettivo per il centrocampo biancoceleste, sembrerebbe più lontano da un possibile approdo a Roma rispetto a qualche giorno fa. La squadra danese in estate era riuscita a trattenere il ventiduenne di origini haitiane, respingendo le offerte del Leeds United e della stessa Lazio. Ora, data anche la scadenza del suo contratto nel 2023, il suo prezzo è calato ed a muoversi rapidamente è stato il Reims. Secondo il quotidiano svedese Aftonbladet, i francesi avrebbero messo sul piatto 10 milioni di euro per Cajuste, offerta che al momento avrebbe convinto la dirigenza del Midtjylland. I prossimi giorni saranno decisivi per la Lazio che dovrà migliorare la proposta per accaparrarsi un grande talento.

Jonathan Burkardt (2000)

Al momento Burkardt è l’indiziato principale per il ruolo di vice-Immobile. L’attaccante del Mainz sta stupendo in questa stagione: 7 reti e 2 assist in 17 partite. Il tedesco sta guidando la propria squadra verso qualcosa di più di una tranquilla salvezza, con la classifica che vede il Mainz ad appena tre lunghezze di distanza da un posto in Europa. Difficile strapparlo ai tedeschi in un momento del genere, specie con un contratto in scadenza 2024, ma un’offerta di poco superiore ai 10 milioni potrebbe far tentennare la dirigenza. Sarebbe un colpo importante, in particolare per l’età del giovane, considerato uno dei maggiori talenti attualmente in Bundesliga.

Le uscite

I tre profili sopracitati per ora rimangono idee, legate ovviamente alle cessioni da effettuare. I nodi più importanti da sciogliere sono il rinnovo di Marusic, per il quale si lavora con Kezman, ed il rinnovo di Luiz Felipe. La firma del brasiliano non è certa e le voci di mercato su una possibile partenza crescono. Nei scorsi giorni si sono fatte avanti prima lo Zenit, poi il Betis Siviglia ed per ultimo il Valencia. A partire da Formello, oltre a Rossi ed Escalante, si è aggiunto Momo Fares, ad un passo dal Torino in prestito con diritto di riscatto, operazione che lascia però in negativo l’indice di liquidità. Muriqi e Lazzari sono i due giocatori il cui trasferimento gioverebbe alle casse laziali, ma per il momento non ci sono stati altro che sondaggi da parte di Hull City e Bologna. Infine, Jony e Vavro hanno pretendenti in Spagna, Lukaku e Lombardi rimangono in orbita Vicenza e Durmisi potrebbe tornare in Danimarca.

Edoardo Colletti

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*