Sarri a DAZN: “Era da tanto che la Lazio non vinceva senza Immobile. Dominato dall’inizio alla fine.”

Nel post-partita di Lazio Genoa, il tecnico Maurizio Sarri ha commentato a DAZN la vittoria biancoceleste:

“Abbiamo fatto una buona gara, comandata dall’inizio alla fine. Dispiace per il gol subito, oggi non ci stava. Dopo tantissimo tempo, credo che sia la prima volta che la Lazio vince senza Immobile. Davanti hanno fatto bene, Felipe Anderson in netta crescita in un ruolo inedito. Non li ho visti nervosi, anzi mi sembrano anche troppo calmi a tratti. Facciamo delle gare completamente scarichi dal punto di vista dell’energia mentale. Da una media di due punti a partita si passa a 0.6, questo non è normale. Il calendario dell’Europa League è penalizzante. Noi ci mettiamo del nostro, una squadra può arrivare stanca fisicamente non scarica mentalmente. Quando siamo attivati come oggi ci vengono determinati movimenti, quando siamo disattivati arriviamo sempre secondi ma perché partiamo sempre secondi. Pedro ha un curriculum che gli consente di non dover dimostrare più nulla, si diverte e lo trasmette ai compagni. Gioca con entusiasmo, senso del divertimento. Zaccagni nell’ultimo mese è cresciuto molto, questo è incoraggiante. Felipe Anderson sembra che ha il tasto on/off, quando è sull’on può giocare su qualsiasi ruolo e in qualsiasi squadra. Oggi ha dato segnali importanti, se sta bene può far tranquillamente il falso nove per caratteristiche fisiche e tecniche. Ha tante stagioni addosso, ha sempre momenti di black-out, è un ragazzo talmente sensibile che hai anche paura a intervenire. Per fargli del bene, rischi di spengerlo ancora di più, è delicato”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*