Lazio, 32 gol presi e quella difesa da rifondare

Dopo 17 turni di campionato la Lazio ha incassato 32 gol. Tanti, troppi, considerando che Genoa e Cagliari (in zona retrocessione) ne hanno subiti solo 2 in più. Era dal 1942-43 che i biancocelesti non incassavano tanto. Come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, la difesa in questa prima parte della stagione è da incubo e quindi per questo da rifondare. Negli ultimi anni il reparto arretrato della Lazio sta andando sempre più in difficoltà eppure nelle ultime tre finestre di mercato (invernale o estive che fossero), sono arrivati solo Hoedt (in prestito, non confermato perché non considerato all’altezza), Musacchio (non confermato e ora svincolato) ed Escalante (doveva dare il cambio a Leiva ma Sarri non lo prende minimamente in considerazione). Il problema, insomma, c’era già negli anni passati, accentuato dal calo di rendimento di Leiva che faceva filtro davanti, il rendimento non più ottimale di Acerbi e la rinuncia dell’allenatore alle prestazioni di Radu, ma non essendo stato affrontato, si è ingrandito. E così, alla 17esima di campionato, la Lazio ha mantenuto la porta inviolata solo con Fiorentina e Salernitana. Per carenze di rosa, in più partite giocate dai biancocelesti il 50% della difesa era composta da giocatori adattati. Insomma, la Lazio ha bisogno urgentemente di sistemare la difesa, ma per farlo dovrà piazzare qualcuno fra Vavro, Durmisi e Lukaku, tutti ancora sotto contratto con il club ma mai utilizzati da Sarri, provvedere poi a trovare l’accordo economico per il rinnovo di Luis Felipe e di Marusic.

Informazioni su Mauro Simoncelli 295 Articoli
Vicedirettore di MondoLazio. Giornalista pubblicista dal 2004. Redattore di Lazialità e della trasmissione televisiva Lazialità in Tv su Teleroma 56 dal 2001. Conduttore dal 2014 di uno spazio sull'emittente Radio Incontro Olympia 105.8 in Fm. Collaboro attualmente con il sito all-news Notizie.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*