Lazio, il tesoro di Pedro

Lo scarto di Mourinho alla Roma è diventato in poco più di due mesi di stagione un tesoro insostituibile per la Lazio di Maurizio Sarri e un gol dopo l’altro a capo di prestazioni da incorniciare ha conquistato il popolo biancoceleste. Pedro Rodriguez, sta ritrovando vecchi splendori come non gli succedeva dai tempi di Barcellona. Dall’addio al club catalano, lo spagnolo ha peccato sempre di continuità di rendimento, fatta eccezione per un anno al Chelsea, quando nemmeno a dirlo c’era Sarri in panchina, ritrovato oggi alla Lazio. Terzo gol consecutivo dopo quello decisivo contro la Fiorentina, quello a Bergamo contro l’Atalanta e il raddoppio contro la Salernitana ieri oltre due assist già distribuiti ai compagni in queste prime giornate di campionato, oltre ad una continuità di rendimento forse mai messa in mostra negli ultimi anni. Il Pedro 2.0 rifiutato dalla Roma e accolto a braccia aperte da Sarri alla Lazio è servito e i tifosi della Lazio non fanno altro che inneggiare il suo nome sulle note della famosa canzone di Raffaella Carrà.

Informazioni su Mauro Simoncelli 295 Articoli
Vicedirettore di MondoLazio. Giornalista pubblicista dal 2004. Redattore di Lazialità e della trasmissione televisiva Lazialità in Tv su Teleroma 56 dal 2001. Conduttore dal 2014 di uno spazio sull'emittente Radio Incontro Olympia 105.8 in Fm. Collaboro attualmente con il sito all-news Notizie.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*