La fortuna di essere testimoni della storia: grazie Re Ciro

Alziamoci in piedi ed onoriamo la storia. Anzi, onoriamo chi la storia continua a scriverla ogni giorno. Tra qualche anno, quando parleremo alle generazioni future, potremo dire con orgoglio che noi abbiamo visto giocare e segnare Ciro Immobile. Siamo testimoni di una storia meravigliosa, fatta di gol, coraggio, passione, abnegazione. Una storia bellissima, iniziata ad agosto del 2016 e che si rinnova ogni partita.

Ciro Immobile ha difeso ed onorato la maglia biancoceleste in ogni stadio europeo. Ha segnato in tutti i campi e contro ogni avversario. Ha giocato anche quando non avrebbe dovuto. Ha segnato nelle finali, ha realizzato la doppietta che ci ha permesso di trionfare allo Stadium di Torino, ha deciso i derby, segnato una tripletta al Milan, vinto due classifiche dei marcatori in Italia e una in Europa; ha alzato al cielo la Scarpa d’oro, vinto un Europeo da titolare. A Milano, con un gol meraviglioso, ha permesso alla Lazio di sfatare un tabù che durava 30 anni, nel giorno in cui festeggiava i 100 gol con la maglia biancoceleste, ed ora ha superato un totem come Silvio Piola: 160 gol in cinque stagioni e mezzo. Numeri fantastici che potrà ancora migliorare.

Ciro è davanti a Piola, Signori, Rocchi, Chinaglia, Giordano e a tutti i bomber che hanno fatto parte della storia. Lui avrà ancora l’opportunità di scriverla, migliorarla e aggiornare i suoi fantastici numeri. Con l’aquila sul petto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*