Luiz Felipe: “Non volevo mancare di rispetto a nessuno. Il Tucu è uno dei miei più grandi amici”

Luiz Felipe torna sull’episodio accaduto al termine della gara tra Lazio e Inter e che ha portato alla sua espulsione: l’abbraccio con Correa, che ha portato alla reazione dell’argentino e all’intervento di Irrati. In un lungo post su Instagram il brasiliano spiega cosa è accaduto: “Vorrei esprimermi sulle ripercussioni negative in relazione a quanto accaduto oggi, a fine partita. Innanzitutto, voglio chiarire che ho un grande rispetto per l’Inter o per qualsiasi altro club. Siamo tutti professionisti, che lavorano per perseguire i nostri obiettivi e non mancheremmo mai di rispetto a un altro professionista. A fine partita sono finito per saltare sulle spalle di Tucu perché è uno dei grandi amici che il calcio mi ha dato. Le nostre famiglie sono amiche e siamo sempre stati molto uniti. Lì, quello che volevo di più era abbracciarlo e scherzare sul risultato, per quanto la nostra amicizia lo permette, ma mi sono emozionato. Forse, ripensandoci, non era il momento migliore o il luogo più adatto. Chiedo scusa a chiunque si sia sentito offeso e chiarisco che non ho cercato, in alcun modo, di essere irrispettoso nei suoi confronti, nei confronti degli altri atleti o dell’Istituzione Internazionale e dei suoi appassionati tifosi. È stato un atto innocente, da una persona che ha un grande affetto per Tucu !! Ti amo mano Correa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*