Focus – Storie di pianti, gioie, tradimenti e gemellaggi: Lazio vs Inter non è una partita qualunque

Sabato alle 18:00 si affronteranno all’Olimpico Lazio e Inter. Le vicissitudini che legano queste due compagini sono tante, a partire dal gemellaggio tra le tifoserie, per arrivare ai molti calciatori che hanno vestito entrambe le maglie: Ruben Sosa, Peruzzi, e poi Vieri e Crespo, la coppia Rocchi-Pandev fino agli argentini Veron, Almeyda e Simeone. Senza dimenticare i vari Mihajlovic, Stankovic, Cruz o Corradi. Anche nel recente passato molti calciatori sono passati dalla Lazio all’Inter: De Vrij, in modo a dir poco ambiguo, ma anche Keita e Candreva scelsero la strada di Milano per trovare fortune, per altro mai raggiunte. Mentre nell’ultima sessione di mercato è stato il Tucu ha percorrere l’A1 in direzione Milano. Tra tutti i passaggi di maglia, quello ultimo e più significativo è poi quello di Simone Inzaghi, ex allenatore biancoceleste che nonostante tutti i pronostici e le rassicurazioni ha preferito la maglia nerazzurra. In questo approfondimento andremo a ricordare alcuni degli ultimi venti precedenti in serie A di questa sfida affascinante. 

In venti gare, dalla stagione 2001/02 ad oggi, i biancocelesti hanno vinto in casa contro i nerazzurri per otto volte, sette sono i successi meneghini mentre cinque i pareggi. 

Cinque Maggio –  Lazio-Inter 4-2 – La prima gara in ordine cronologico è collocata nel famosissimo cinque maggio 2002; È l’Inter di  Héctor Cúper che viene sconfitto all’Olimpico dalla Lazio di Zaccheroni nell’ultima giornata di campionato.I propositi di scudetto di Vieri, Ronaldo e compagni vengono distrutti dai colpi di Simeone, Inzaghi e dalla doppietta di Poborsky. Una partita che rimarrà negli annali, Materazzi in lacrime così come Ronaldo, gli errori/orrori di Gresko, l’incredulità sugli spalti dell’Olimpico quasi completamente nerazzurro. 

OH NOOO –  Lazio-Inter 0-2 – Altra gara che fece discutere fu quella del due maggio 2010, la Lazio di Reja perse in casa contro l’Inter di Mourinho che si apprestava a vincere il triplete, a farla da padrone ancora una volta il pubblico, che con uno striscione goliardico “oh nooo” esposto dalla curva laziale prendeva in giro i cugini giallorossi in lotta per il titolo proprio contro i nerazzurri. 

Quattro successi di fila – Un’importante striscia di successi consecutivi avviene dal 2010 al 2014, Il primo, nel dicembre 2010. Ancora Reja sulla panchina laziale mentre i nerazzurri erano guidati dallo spagnolo Rafa Benitez. Biava e Zarate portarono i padroni di casa sul doppio vantaggio. Pandev, con il più classico dei gol dell’ex, accorciò le distanze. Hernanes su punizione chiuse i giochi sul 3-1 biancoceleste. Stesso risultato l’anno successivo, I ragazzi di Reja rimontano nella ripresa il vantaggio di Milito su rigore. Kozak, Candreva e Mauri condannano Stramaccioni alla sconfitta. Due gare fotocopia quelle degli anni 2013 e 2014. Lazio batte Inter per 1-0 con rete di Klose, nella prima occasione il tedesco timbra al 82’ mentre l’anno successiva un minuto prima al minuto 81’. 

Nel segno del Sergente – Nelle ultime due gare tra Lazio e Inter il protagonista indiscusso è sicuramente il Sergente. Firma la rete decisiva nella vittoria del febbraio 2020, grazie al suo sinistro che si insacca alle spalle di Padelli, la Lazio di Inzaghi capisce veramente che può provare ad inseguire il sogno scudetto. In quella gara i nerazzurri passarono in vantaggio grazie alla rete di Young al 44’. Immobile su rigore agguanta il pari, Milinkovic completa la rimonta. Anche nell’ultimo confronto tra la due compagini c’è la firma del sergente, Alla rete di Lautaro Martinez all mezz’ora, risponde il sergente con un’incornata al 55’ che porta il risultato sul definitivo 1-1.

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*