Gazzetta, Luis Alberto che succede?

Una media voto che non arriva alla sufficienza: un 5,57 che rispecchia tanto un avvio di stagione incolore. Sempre in campo tra campionato ed Europa League: nove presenze complessive, una volta partendo dalla panchina, alla prima di A ad Empoli. Un gol segnato: in casa contro lo Spezia, quando ha fornito tre assist, poi in mezzo molte pause e sempre sostituito nelle ultime quattro gare di campionato come nelle due sfide di Coppa e quel viso spesso imbronciato appena viene chiesto il suo cambio. Ecco l’inizio di stagione alla rovescia di Luis Alberto che questa volta ha fatto almeno fino ad oggi una magia al contrario, far sparire dal gioco della Lazio le sue giocate, i suoi tocchi felpati, i suoi assist e una discontinuità ora molto più marcata del solito. Che la stagione non partisse con il piede giusto si era capito da quel ritiro cominciato con 5 giorni di ritardo rispetto al resto della rosa con quella richiesta di essere ceduto latente nei pensieri di tutti. Poi la situazione è sembrata ricomporsi anche grazie all’arrivo di Sarri e la speranza del bel gioco sulla panchina della Lazio. Nel 4-3-3 Sarri richiede agli interni maggiori compiti in copertura, e Luis Alberto non è riuscito ancora a immedesimarsi nelle nuove esigenze del suo ruolo. Così il suo rendimento procede tra alti e bassi. E domenica Sarri a fine partita non gli ha risparmiato una stoccata, rivolta nell’occasione anche a Milinkovic. “Grandi giocatori, ma devono fare di più, soprattutto nella fase difensiva”. La palla è tornata ora di nuovo tra i piedi dello spagnolo che deve tornare a disegnare calcio sul campo pe risalire la china.

Informazioni su Mauro Simoncelli 295 Articoli
Vicedirettore di MondoLazio. Giornalista pubblicista dal 2004. Redattore di Lazialità e della trasmissione televisiva Lazialità in Tv su Teleroma 56 dal 2001. Conduttore dal 2014 di uno spazio sull'emittente Radio Incontro Olympia 105.8 in Fm. Collaboro attualmente con il sito all-news Notizie.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*