Focus – I numeri del Lokomotiv, gli imbattuti di Russia

Roma – La seconda partita del girone di Europa League per i biancocelesti sarà contro il Lokomotiv di Mosca. I russi verranno a Roma con un pareggio nella prima giornata e la necessità di non perdere contro una diretta concorrente alla qualificazione. La Lazio dal canto suo dovrà fare di tutto per fare bottino pieno e far dimenticare velocemente la sconfitta ad Istanbul ad opera del Galatasaray.

Numeri – Che per la Lazio non sarà una partita facile lo dicono i numeri. Il Lokomotiv è l’unica squadra di tutta la Premier League russa a non aver ancora perso dopo 9 giornate di campionato. In totale il suo score è di 17 punti 4 vittorie, 5 pareggi e 0 sconfitte. E’ anche la squadra di tutto il campionato sovietico ad aver subito meno gol nelle gare ufficiali, solamente 6 reti. E’ una squadra compatta che alla certezza della difesa a quattro, alterna un centrocampo a rombo ad un centrocampo con due esterni larghi sulle fasce. Il punto fermo e cardine di tutto l’attacco è Fedor Smolov, 6 reti in campionato e vice capocannoniere di Russia. Smolov ha 30 anni e nonostante gli 1,86 cm di altezza è un giocatore dalla grande mobilità e dalla capacità di attaccare gli spazi in velocità. Lo stile è quello di Immobile, la vena realizzativa un po’ meno. Tutta la squadra soffre un po’ nell’andare in rete, le statistiche raccontano di una media gol di 1,3 a partita.

Tattica – Il Lokomotiv è allenato da Marko Nikolic, un tecnico giovane ma dalle idee chiare. Il serbo ex allenatore anche del Partizan di Belgrado è famoso per essere un forte studioso di tattica e delle squadre avversarie. Non è escluso che domani possa proporre una formazione a specchio a quella di Sarri, magari con due ali larghe pronte ad accentrarsi. Una su tutte Zhemaletdinov, un trequartista molto abile anche a giocare largo che quest’anno con la Lokomotiv ha fatto registrare 5 assist e 3 gol in campionato. Un po’ di problemi i russi li hanno nel reparto centrale di difesa dove Magkeev e Jedvai (acquistato nel calciomercato estivo dal Bayer Leverkusen per oltre 4 milioni di euro) non sono al meglio e potrebbero scendere in campo le riserve Babkin e Pablo. Ultimo ed unico precedente tra le due squadre risale alla semifinale di coppa delle coppe del 1999, quando l’8 e 22 aprile la Lazio affronta in due match russi, uno di andata e l’altro di ritorno, superando il turno con due pareggi, 0-0 in casa e 1-1 fuori casa. Piccola curiosità Nikolic ha già affrontato Sarri in Europa League ai tempi del Chelsea quando era allenatore del Fehevar, totalizzando un pareggio in casa (2-2) ed una sconfitta a Londra (1-0).

Alessio Aliberti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*