FOCUS – Lazio vs Triestina: Luis Alberto da spettacolo nel primo tempo. Male le riserve nella ripresa.

Roma – Terza gara amichevole per la Lazio che vince e convince anche contro la Triestina. Primo test contro una compagine di professionisti. Sarri schiera dal 1′ la formazione tipo, al netto dei tre nazionali, e già dopo tre minuti Luis Alberto sale sugli scudi e sblocca il risultato. Assoluto protagonista il numero 10 spagnolo si trasforma in assist-man pennellando perfettamente una punizione per il secondo gol siglato di testa da Muriqi. Il gol del tre a zero nasce ancora dai piedi del mago, che serve al sergente una palla al limite dell’aria che Milinkovic insacca di sinistro ad incrociare. Altro assist, da corner questa volta, che permette a Radu di portare a quattro le marcature biancocelesti concludendo la prima frazione sul 4-0. Da segnalare che Luis Alberto, protagonista in tutte le segnature, ha nelle gambe una settimana in meno di lavoro rispetto ai suoi compagni. Questa forma dopo soltanto una settimana di allenamento fa davvero sognare i tifosi. 

Nella ripresa la girandola dei cambi stravolge la squadra biancoceleste. Non convincono le prove di Patric, Escalante e Kamenovic. Buone le prove invece di Lazzari, Jony e Caicedo. La manovra avvolgente e veloce del primo tempo, lascia spazio ad una trama più compassata e dalla qualità senza dubbio più bassa. Tranne in un paio di occasioni su calcio piazzato, i biancocelesti non creano occasioni da rete. Il gol del cinque a zero è frutto di un autogol di Volta che legge male un cross dalla sinistra di Jony e sorprende il portiere. Con il passivo di cinque a zero la Triestina tira fuori l’orgoglio, su tutti Di Massimo che si toglie la soddisfazione di siglare una doppietta contro la Lazio. Buon esordio per il baby Luka Romero, il giovane talento argentino si è mosso come ala destra. Per un paio di volte è stato protagonista con Lazzari di combinazioni di qualità sulla destra. La coppia di centrali difensivi della ripresa ha lasciato molti dubbi in questa uscita. Sbagliano nel primo gol a non uscire con tempestività sul portatore di palla avversario. Infine lasciano colpevolmente solo l’uomo in area di rigore che indisturbato mette in rete per il definitivo 5-2. 

Di fatto il parziale nella ripresa, con le riserve in campo, è stato appannaggio dei friulani per 2-1. Da segnalare che per la seconda amichevole di fila Fares non è sceso in campo, con ogni probabilità è da considerarsi un esubero a tutti gli effetti. Oramai il giovane Kamenovic sembra essersi conquistato il ruolo di vice Hysaj sulla corsia mancina. Anche Adekanye non è sceso in campo, l’arrivo di Luka Romero lo ha relegato a terza scelta sulla destra. Considerando le prove effettuate nelle prime tre amichevoli, e inserendo i nazionali in squadra, possiamo ipotizzare la squadra titolare che ha in testa Sarri e il suo staff tecnico. Tra i pali Strakosha e Reina sembrano partire appaiati, forse l’albanese parte di poco avanti allo spagnolo. In difesa Luiz Felipe e Acerbi senza dubbi saranno i titolari con Radu prima riserva. Lazzari o Marusic sulla destra è uno dei dubbi da sciogliere. Hysaj sarà il titolare della corsia mancina. Nessun dubbio a centro campo con Leiva, Milinkovic e Luis Alberto, qualità e quantità sopra la media. Cataldi rappresenta l’alternativa a Luis Alberto così come Escalante per Leiva. In attesa di sviluppi di mercato in orbita Correa, davanti Immobile e Felipe Anderson sono le prime scelte insieme all’argentino se non lascerà la capitale. Raul Moro si sta comportando bene e potrebbe essere la prima riserva sulla sinistra. Caicedo e Muriqi, mercato permettendo, si stanno giocando il ruolo di vice Immobile.

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*