Lazio, con Inzaghi positivo tocca a Farris

Massimiliano Farris sa che cosa fare in panchina. Come possiamo leggere sulle pagine della Gazzetta dello Sport odierna, domenica, a Verona, starà seduto o si alzerà per urlare disposizioni ai giocatori della Lazio, guardando la gara come se fosse davanti alla lavagna. Solo che al Bentegodi, Farris dovrà prendere il posto di Simone Inzaghi che salterà la trasferta di Verona causa Covid. Spesso, come anche dopo la gara di sabato scorso con lo Spezia, lo ha sostituito in sala stampa perchè Inzaghi più volte è restato senza voce a fine partita. Nei quadri tecnici, Farris è il vice dell’allenatore biancoceleste, ma nella realtà quotidiana è molto di più. Un rapporto nato nel 2014, quando Farris arrivò alla Lazio per diventare il secondo di Inzaghi, allora alla guida della Primavera. Nel 2016, il salto in prima squadra col tecnico piacentino per un legame che quotidianamente si è fortificato sul piano professionale come su quello umano. Farris è molto apprezzato anche per il suo lavoro sul piano tattico. Vede tanto calcio in tv, fino a quattro gare di media al giorno. Da ex difensore, cura direttamente la fase difensiva dei biancocelesti. E su Lazio Style, il canale televisivo del club, ogni settimana cura una trasmissione in cui illustra la gara precedente della Lazio sul piano tattico. “In Italia, la tattica conta molto, ma si vince con la testa e i colpi dei fuoriclasse”, ama ripetere, l’ultima volta che ha sostituito Inzaghi perchè squalificato, era il 30 giugno scorso, e la Lazio vinse sul campo del Torino per 2-1. Farris sa come arrivare ai tre punti contro il Verona.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*