Lazio: 10 contratti più uno da sistemare

Da mesi l’attenzione del mondo Lazio e non solo è concentrata sul contratto del mister Simone Inzaghi in scadenza a giugno prossimo ma sono altre dieci le situazioni che da qui ai prossimi mesi dovranno essere risolte dal presidente Lotito e dal direttore sportivo. Mentre la situazione per quanto riguarda l’allenatore resta fluida con l’attesa solo dell’annuncio anche dopo le recenti dichiarazioni d’amore del tecnico prima dell’ultima partita contro lo Spezia, tre sono i calciatori con il contratto in scadenza a giugno prossimo, Radu, Lulic e Parolo, tre senatori quindi con tre situazioni diverse tra loro. Mentre per il rumeno, nuovo recordman di presenze totali con la maglia biancoceleste, il rinnovo almeno per un altro anno, sembra essere davvero una formalità, per l’uomo della storia Senad Lulic, la storia con la maglia con l’aquila sul petto, sembra essere arrivata alla conclusione, anche per la voglia del giocatore bosniaco di raggiungere la famiglia oramai da un anno trasferitasi in Svizzera. Per Marco Parolo invece, resta il dubbio se cominciare fin da subito una vita da allenatore magari delle giovanili. Più complicate invece le situazioni che riguardano i contratti in scadenza nel 2022. La Lazio infatti dovrà decidere se continuare con giocatori come Caicedo, Reina, Leiva e Patric ma soprattutto dovrà sedersi a tavolino e trattare con calciatori nel pieno della carriera e molto corteggiati da altri club, come Strakosha, Luis Felipe e Marusic, tre situazioni delicate da risolvere per il Ds Tare. Il portiere albanese, che deve tutto alla Lazio, deve capire se accettare un altro anno da non più titolare se venisse rinnovato il contratto allo spagnolo Reina, il difensore brasiliano invece deve resistere alla corte di molti club importanti che sembrano aver messo gli occhi sulle sue qualità e l’esterno montenegrino, che dopo aver definitivamente risolto problemi fisici che lo avevano tormentato per molto tempo, sta vivendo forse la miglior stagione in carriera. Chi tra questi calciatori, in scadenza nel prossimo anno, non firmerà il rinnovo del contratto rischia seriamente di essere ceduto a giugno prossimo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*