Lazio: pubblicata la semestrale di bilancio

Praticamente un bilancio in pari, ci sono già dei ricavi dalla Champions. Ecco i costi reali dei cartellini di Muriqi e Fares

E’ stato pubblicato il bilancio semestrale della S.S. Lazio, nella relazione si fa riferimento ai guadagni, alle perdite, ai costi e ai valori di mercato dei giocatori presi la scorsa estate: “Il giro di affari consolidato si attesta a Euro 106,66 milioni ed è aumentato rispetto al medesimo periodo della stagione precedente di Euro 36,56 milioni. Tale variazione è dipesa sia, a seguito del prolungamento della stagione sportiva 2019/2020, dall’effetto trascinamento di ricavi da sponsorizzazioni e diritti televisivi e sia dagli introiti percepiti dalla partecipazione alla Champions League. Il valore della produzione al 31 dicembre 2020 è costituito da ricavi da diritti TV ed altre Concessioni per Euro 96,36 milioni, sponsorizzazioni, pubblicità, royalties per Euro 8,67 milioni, merchandising per Euro 0,96 milioni ed altri ricavi e proventi per Euro 0,65 milioni. I costi operativi sono pari a Euro 85,96 milioni e sono aumentati rispetto alla stagione precedente, di 21 milioni di euro”. Il risultato netto è stato negativo per 115mila euro, rispetto all’utile di 1,14 milioni del primo semestre del 2019/2020. A fine 2020 l’indebitamento netto della squadra biancoceleste ammontava a 22,75 milioni di euro, rispetto ai 49,79 milioni di inizio esercizio.

COSTO CARTELLINI NUOVI ACQUISTI

“Sono stati acquistati a titolo definitivo I diritti delle prestazioni sportive di sei giocatori per un costo di acquisto di Euro 26,52 milioni, Iva esclusa. Sono stati acquistati a titolo temporaneo e gratuito diritti alle prestazioni sportive di due giocatori, sono stati ceduti i diritti alle prestazioni sportive di quattro giocatori a titolo definitivo, per un ricavo di Euro 4,20 milioni ed un risparmio di retribuzioni di Euro 6,79 milioni. Inoltre sono stati ceduti i diritti alle prestazioni sportive di dodici giocatori a titolo temporaneo per un ricavo di Euro 1,50 milioni ed un risparmio di retribuzioni di Euro 6,40 milioni.” Nello specifico sono indicati i prezzi di Muriqi e Fares. Per il kosovaro spesi 19,9 milioni di euro, per l’algerino 8 milioni. 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*