Sandulli prende tempo: sentenza rinviata

Più di un’ora di udienza poi lo stop. Piero Sandulli presidente della Corte sportiva d’Appello ieri non ha emesso la sentenza sul ricorso presentato dalla Lazio dopo il rinvio del match con il Toro disposto dal giudice sportivo il 12 marzo. La mossa si spiega così: Sandulli vuole che il dispositivo sia accompagnato dalle motivazioni; si esprimerà entro la settimana. Vuole studiare bene le carte. Valutare con attenzione le tesi della Lazio del Torino. Avrebbe denotato differenze rispetto al caso di Juventus-Napoli avvertendo la complessità del problema, ma queste sono solo indiscrezioni emerse dall’udienza. Non sempre probanti. È certa una cosa: l’avvocato Gentile, legale della società biancoceleste, è rimasto soddisfatto dall’attenzione manifestata dal collegio presieduto da Sandulli. È stata concessa ampia possibilità di illustrare ricorso, anche aperture sulle repliche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*