Luis Felipe su Instagram: “Mi manca il campo!”

Nel giorno del suo compleanno, il difensore della Lazio si racconta in una diretta Instagram

Dopo aver ricevuto gli auguri da parte della società, dei compagni di squadra e di molti tifosi per i suoi 24 anni festeggiati ieri, il difensore brasiliano si è raccontato a cuore aperto in una diretta Instagram. Luis Felipe in questi giorni è alle prese con la rieducazione della caviglia operata ad inizio anno e non vede l’ora di tornare in campo: “Spero di poter tornare il prima possibile in campo! Non dimentico il mio passato, perché mi ha portato ad essere dove sono adesso”. Poi ha cominciato a raccontare la sua storia, una storia che sembra una favola per uno partito dalla serie D brasiliana: “Da quando ero ragazzino ho avuto la passione per il pallone. Ricordo che, ad otto anni 8 anni, mia madre mi portava agli allenamenti, poi crescendo andavo da solo in bicicletta e da lì è cominciato tutto. Ho iniziato in una società che si chiamava Colina Atlético. C’era l’under 8, l’under 10 e nel novembre del 2012, il Signor Lico, che all’epoca era il massaggiatore della prima squadra dell’Ituano, organizzò questa amichevole. Gli altri non avevano la mia età, erano quattro categorie sopra la mia, ma fui convocato lo stesso dall’allenatore. Giocai 8 minuti verso la fine. C’era Juninho Paulista ad assistere alla partita, mi vide e gli piacqui. L’anno successivo, nel 2013, a gennaio, arrivai nel club e da lì iniziò tutto. All’inizio è stato difficile perché avevo 13 anni e non ero mai uscito di casa. A 16 anni ho firmato il mio primo contratto da professionista, poi mi hanno dato un appartamento, sono andato a vivere da solo e così ho imparato. É stato difficile, ma ci si abitua”. Inzaghi e tutti i tifosi stanno contando i giorni per rivedere il forte difensore tornare in campo e difendere i colori della Lazio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*