FORMELLO – Il riposo del guerriero, la ripresa degli allenamenti mercoledì. I nazionali torneranno a fine Marzo

Ai biancocelesti sono stati concessi due giorni di riposo. Inzaghi si gode la vittoria di Udine e cerca di recuperare gli infortunati

Roma – Due giorni di riposo per tutti, poi si ritorna in campo: chi con la propria nazionale, chi nel centro sportivo di Formello. La Lazio ha chiuso l’ultimo giro di partite con una vittoria fondamentale ad Udine. Ora ci sarà il rush finale del campionato con le ultime undici gare da disputare.

Infermeria – Si cercherà, in questi giorni di riflessione e riposo, di recuperare gli infortunati. Rispettivamente Fares, Caicedo e Luiz Felipe. Il primo è rimasto fermo l’ultimo turno di campionato per un trauma distorsivo contusivo al ginocchio sinistro, quello operato. Tornerà a correre mercoledì, si proverà a recuperare per la partita contro lo Spezia, ma non è certo. Il Panterone, invece, soffre ancora per la fascite plantare. Domenica avrebbe dovuto giocare titolare, alla fine non è stato neppure convocato. Per la Lazio è un giocatore fondamentale, con una media gol/minuti giocati impressionante, servirà assolutamente il suo apporto per centrare l’obiettivo Champions. Discorso diverso per Luiz Felipe. C’è chi dice che sia tornato a fare lavoro atletico in proprio, a Formello ancora non si è visto, per essere riaggregato al gruppo che concluderà il campionato dovrà svolgere almeno due settimane di lavoro con la squadra, poi si vedrà.

Nazionali – Saranno diversi i nazionali che lasceranno la corte di Inzaghi per andare a giocare con le proprie selezioni. Il tecnico piacentino ritroverà tutti i suoi ragazzi tra il 31 marzo ed il 1 aprile. Sabato 3aprile (la vigilia di Pasqua) è prevista la gara di campionato contro i liguri. Occhi puntati sui soliti noti: Immobile e Acerbi tra gli italiani; Marusic, Milinkovic e Correa tra gli altri. Questo sarà l’ultimo stop prima della fine del campionato, la Lazio ha da recuperare anche la partita contro il Torino, a Formello si spera che tutti possano tornare galvanizzati e pronti per il rush finale. Tra i non convocati eccellenti spunta il nome di Luis Alberto.

Alessio Aliberti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*