FORMELLO – Lazzari subito in campo, out Fares. Davanti provati Caicedo-Immobile, dubbio Radu

I biancocelesti si ritrovano nel centro sportivo di Formello per le prime prove tattiche in vista dell’Udinese

Formello – Via alle prime prove tattiche in vista della sfida di domenica alle ore 15 alla Dacia Arena. Inzaghi può far conto su Lazzari che già oggi, dopo i controlli strumentali di ieri, ha svolto la seduta con il resto della squadra. All’esterno della provincia di Vicenza è stata confermata solo una lussazione al mignolo della mano sinistra, giocherà con un tutore che gli tiene fermo il dito al resto della mano. Sorte diversa per Fares, anche lui uscito malconcio dalla trasferta in Baviera. Al neo acquisto biancoceleste diagnosticato un trauma distorsivo-contusivo al ginocchio sinistro, tornerà dopo Pasqua.

Dubbi – I dilemmi delle ore che precedono la sfida contro l’Udinese riguardano soprattutto la difesa. Oggi Radu ha svolto solo parte dell’allenamento, nulla di grave, gestione delle forze, ma se Inzaghi vorrà risparmiargli il tour de force c’è da scegliere un centrale al fianco di Acerbi (oggi provato sul centro-sinistra). Hoedt avanza la sua candidatura, anche se c’è da sciogliere anche il nodo riguardante il “braccetto di destra”. Patric e Musacchio si giocano un posto, ma Inzaghi non ha dimostrato di avere grande fiducia nello stopper argentino, quindi per il momento lo spagnolo rimane in vantaggio. Discorso diverso in attacco, dove il riposo di Caicedo e Immobile in coppa lascia pensare ad un loro impiego dal primo minuto in tandem. Oggi sono stati provati insieme, ma domani, giorno di vigilia, se ne saprà di più.

Torna Leiva – A centrocampo quasi certo il ritorno di Lucas Leiva in cabina di regia. Contro il Bayern ha riposato, lasciando lo scettro ad Escalante. Contro l’Udinese ci sarà, troppo importante l’equilibrio che regala il brasiliano nel rush di fine stagione. Nessun riposo, invece, per Milinkovic e Luis Alberto. Sono il centro nevralgico della squadra, tra l’altro, hanno da mettere in campo i frutti e gli insegnamenti di coppa. Toccherà a loro alzare il ritmo del gioco e l’intensità. I bianconeri sono in una situazione di classifica abbastanza tranquilla, ma non c’è da aspettarsi regali. Domani rifinitura, conferenza e partenza per Udine.

Alessio Aliberti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*