Il Bayern ha la testa altrove e snobba la Lazio

Gli ultimi risultati in Bundesliga e il risultato dell’andata, hanno cambiato le priorità nella mente dei giocatori e dei dirigenti della corazzata che sta dominando in patria e in Europa da un anno a questa parte come mai prima. Dopo che il pareggio del Lipsia in casa nell’ultimo weekend, ha permesso a Lewandosky e soci di aumentare a 4 i punti di vantaggio in classifica e aprire la solita fuga decisiva come tante altre volte negli ultimi anni, l’attenzione si è spostata sulle dimissioni prossime del tecnico della Nazionale tedesca Low e la possibile candidatura dell’attuale tecnico del Bayern, Hansi Flick. Immediate sono arrivate le smentite della dirigenza tedesca soprattutto per bocca dell’attuale a.d. della squadra tedesca, Karl Heinz Rummenigge che più di rassicurare i tifosi bavaresi sulla permanenza del tecnico ha annunciato l’eventuale partecipazione all’asta mondiale che si potrebbe scatenare in casa di partenza del gioiello del Dortmund, Haaland. Oggi alle 14 ci saràò la conferenza stapa ufficiale dell’allenatore tedesco e di un tesserato, il Bayern recupererà alcuni degli assenti della gara d’andata, tra cui Muller, Gnabry e Pavard e l’assoluta tranquillità del Bayern Monaco sul passaggio del turno contro la Lazio è confermata anche dalle statistiche, una squadra sconfitta in casa con tre gol di scarto non ha mai passato poi il turno in Champions League o che nessuna squadra al debutto all’Allianz Arena ha mai vinto contro il Bayern e la Lazio è la prima volta che si appresta a giocare in uno degli stadi più belli d’Europa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*