Covid un anno dopo e la paura di un nuovo stop ai campionati

Un anno fa il gol di Caputo e quel grido di allarme

Era esattamente un anno, il 9 marzo quando Ciccio Caputo segno quel gol in quel Sassuolo – Brescia ed ebbe l’idea di mostrare quel cartello davanti alle telecamere con scritto “andrà tutto bene, restate a casa” uno slogan che poi diventò un grido accorato di speranza per tutti noi durante il lockdown. Quello che é successo poco dopo in Italia e nel mondo è storia, quello che é successo anche al campionato di Serie A con una Lazio lanciatissima e stoppata sul più bello lo sappiamo ancora meglio ora con la risalita dei contagi torna la paura di nuove chiusure e turba ad incombere lo spettro dello stop ai campionati professionistici. Il nuovo giro di vite delle autorità con il ritorno di alcune regioni in zona rossa o arancione scuro, le recenti due partite rinviata del Torino per il cluster nel gruppo squadra e alcuni altri positivi scoperti in altre squadre, fanno temere per la regolare conclusione del campionato. Le regole ci sarebbero pure, un protocollo da rispettare anche ma la usura del prepotente ritorno del Covid e anche “interessi” diversi fanno temere anche per il prossimo futuro del campionato!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*