Inzaghi: Serve la partita perfetta. Immobile dispiaciuto per Bologna”

Parola d’ordine ripartire. Simone Inzaghi vuole accantonare le due sconfitte consecutive (Bayern e Bologna) e le polemiche per la sfida non disputata contro il Torino. La sfida contro la Juventus, seppur difficile per storia, tradizione e valore dell’avversario, arriva nel momento giusto. “Penso di si. Abbiamo defezioni noi come ce le ha la Juventus. La gara di Torino sarà decisiva per la classifica, avrà una grande importanza. Viene dopo il ko inaspettato di Bologna, sappiamo di dover fare la partita perfetta“. I cambi più significativi dovrebbero arrivare dalla difesa.Abbiamo provato delle cose alternative. Dietro abbiamo delle difficoltà oggettive per le assenze di Radu, Luiz Felipe e Lazzari. Ho ancora 24 ore per decidere, abbiamo anche l’allenamento di domani”.

Le due milanesi, la Juventus, il Napoli, l’Atalanta, la Roma e la Lazio. Un gruppo in corsa per gli stessi obiettivi. “Sapevamo che ci sarebbero state 5-6 squadre in corsa. Noi e l’Atalanta cerchiamo di rimanere aggrappate al carro. Abbiamo fatto un’ottima rincorsa, poi abbiamo perso terreno dopo Bologna. Penso che la pausa di martedì ci ha permesso di analizzare dove siamo mancati sia col Bayern che con il Bologna, dove non abbiamo reagito a due episodi negativi“. Tra questi il rigore fallito da Immobile. “L’ho visto molto giù di morale dopo l’errore, si sentiva responsabile per la sconfitta, ma sono cose che possono succedere. In settimana ha lavorato bene, così come tutto il gruppo. La Juventus? La conosciamo bene, ci abbiamo giocato contro tante finali. Inutile preparare le partite a tavolino. In alcuni momenti dovremmo aggredirli alti, in altri abbassarci. Sappiamo che non possiamo sbagliare e che sarà molto difficile. Negli anni abbiamo dimostrato di essercela sempre giocata nel modo giusto. Non dobbiamo farci condizionare dai singoli episodi, ma rimanere sempre in partita, fino alla fine“.

Chiusura dedicata al contratto e alla trattativa che sembra infinita. “Il rinnovo? Non c’è nessun problema. Con il presidente c’è grande sintonia”. Quanto al caso legato a Lazio-Torino ha aggiunto: “Mercoledì si sono già espresse tutte le società coinvolte, Dovremo fare tutti più chiarezza e spero lo si faccia al più presto” .

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*