Inzaghi: “Già altre volte partivamo sfavoriti. Poi…”.

Il tecnico alla vigilia di Lazio-Bayern Monaco: “Loro quasi imbattibili. Per noi questa partita è il coronamento di cinque anni di lavoro”

Questa attesa è una bellissima emozione, il coronamento di 5 anni di lavoro con questo gruppo meraviglioso. Sappiamo il percorso fatto fino a quì e quanto è stato difficile arrivarci. Giocheremo nel migliore dei modi, con la spensieratezza giusta e l’umiltà che ci contraddistingue. Ci siamo meritati di giocare una partita come questa” Simone Inzaghi, alla vigilia degli ottavi di finale di Champions League contro il Bayern Monaco, è carico e aspetta risposte dalla sua squadra. Il tecnico biancoceleste elogia gli avversari, non credendo alle difficoltà palesate nelle ultime sfide. “Hanno perso una partita e pareggiata un’altra in campionato, ma venivano da cinque vittorie consecutive. Sono i campioni del mondo e più che pensare ai punti deboli loro, voglio concentrarmi sui nostri punti di forza“.

Una sfida possibile, o una mission impossible. “Sapevamo che andando avanti ci sarebbero state partite così. Noi dobbiamo pensare che questa gara sarà una sorta di ciliegina sulla torta che ci siamo meritati con i nostri risultati. Loro sono quasi imbattibili ma in altre sfide in passato eravamo sfavoriti e ce la siamo giocata nel migliore dei modi. Non abbiamo fatto un ottavo di Champions, ma un quarto di Europa League e tante finali. Si gioca su 180 minuti e non solo sui 90 di domani all’Olimpico. Klose? Mi farà piacere rivederlo, è stato molto importante nelle mie prime partite, mi ha dato una grande disponibilità”.

Sulla sfida tra Immobile e Lewandowsky. “Sono i due attaccanti al momento più forti in circolazione. Ciro è la Scarpa d’Oro, Robert avrebbe vinto il Pallone d’Oro se avesse avuto la possibilità. Sarà una bella sfida tra le due squadre, indipendentemente da questo duello“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*