Formello, per il Bayern Strakosha c’è. Aperto il ballottaggio Hoedt-Musacchio. Ancora out Pereira

I biancocelesti sono già a due giorni dalla sfida di Champions, Strakosha tornerà in panchina, da districare il dubbio in difesa

Formello – “C’è chi dice che la vittoria più bella sia l’uno a zero, ma guai a pensarci più. La partita di ieri, già oggi, deve appartenere al passato. Testa al Bayern, abbiamo lavorato e lottato per questo…”, questi – immaginiamo – i pensieri di Inzaghi nel classico confronto interno al gruppo alla ripresa degli allenamenti a Formello. Lo spogliatoio della Lazio è una famiglia, ognuno dice quello che pensa, il gruppo si comporta così. Inzaghi non tiene nascosto alcun pensiero ai suoi ragazzi e per preparare la sfida di martedì non c’è bisogno di discorsi motivazionali.

Concentrazione – La tensione è alta, ma è un buon segno, è sinonimo di concentrazione. Oggi nel torello di allenamento una palla contesa ha creato una scintilla tra Parolo e Cataldi, tutto risolto, ma fa capire quanto i giocatori tengano al prossimo appuntamento. Non ci sono molti allenamenti per preparare la sfida, ma la sfida si prepara da sola. Nella seduta odierna hanno riposato o svolto solo lavoro in palestra chi ha giocato ieri. Lavoro sul campo, invece, per chi non ha giocato o ha giocato solo uno spezzone di partita contro la Samp. Ancora out dal campo Pereira, colpito nella notte di venerdì da un attacco febbrile. Se oggi la febbre scenderà, domani il calciatore belga farà il tampone; difficile la sua convocazione per martedì.

Rientri – La notizia del giorno è il rientro a pieno in gruppo di Thomas Strakosha. Il portiere albanese già dalla settimana scorsa è tornato a lavorare sul campo di Formello dopo il problema alla spalla che lo ha tenuto lontano dai campi per un mese e mezzo. Non è in ballottaggio con Reina per il posto da titolare, ma riaverlo a disposizione per Inzaghi è frutto di maggiore tranquillità. Riaggregati al gruppo anche gli squalificati dell’ultima giornata di campionato Lazzari ed Hoedt. In particolare l’olandese è in ballottaggio per una maglia da titolare con Musacchio. Contro il Bayern il mister biancoceleste dovrà scegliere tra uno dei due per sostituire Radu (fuori dopo l’operazione di ernia inguinale) sul versante sinistro della difesa. Musacchio ha fatto bene contro i blucerchiati, si deciderà solo domani dopo l’allenamento di rifinitura.

Formazione probabile – Il tecnico piacentino sceglierà il miglior undici possibile. Per la difesa Acerbi agirà ancora in posizione centrale, Patric probabile alla sua destra; a sinistra uno tra Musacchio ed Hoedt. Parolo pronto a subentrare nei tre del pacchetto arretrato. Il centrocampo tornerà quello titolare in stagione, nonché il più utilizzato. Lazzari riprenderà la destra facendo scalare di nuovo Marusic sulla sinistra, al centro nessun dubbio per il terzetto composto da Leiva, Milinkovic e Luis Alberto. In attacco la coppia titolare sarà ancora Immobile-Correa, con Muriqi e Caicedo pronti a subentrare a partita in corso. Domani i biancocelesti si ritroveranno nel pomeriggio per la rifinitura, dopo la conferenza stampa di presentazione della gara da parte di mister Inzaghi.

Alessio Aliberti

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*