Lazio-Sampdoria, le pagelle: Luis Alberto, mago e spiderman. Marusic muscoli e qualità

Reina: 6 Risponde presente su un colpo di testa ravvicinato di Keita (anche se il gioco era stato fermato per un fallo di Ramirez). E’ l’unico intervento del primo tempo. Nella ripresa assiste al forcing doriano, senza essere mai chiamato in causa.

Patric: 6 Si attacca a Keita, nel vero senso della parola. Nel primo tempo gli impedisce di entrare in partita, regalandosi anche qualche sortita offensiva. Nella ripresa è lucido fino alla fine.

Acerbi: 6 Del terzetto arretrato sembra, stranamente, quello meno attento. Consegna a Reina una palla avvelenata costringendolo agli straordinari, poi regala a Quagliarella un tiro con un assist involontario. Si rifà nella ripresa, salvando su una palla pericolosa di Jankto.

Musacchio: 6,5 Difensore vero, puro. Non brillerà in tecnica individuale, ma quando si attacca ad un attaccante avversario difficilmente molla la preda.

Marusic: 7 Primo tempo di muscoli, sostanza e qualità. Ringhia su Augello e Ramirez. Nella ripresa sbaglia un intervento su Augello che poteva essere molto pericoloso (Quagliarella sfiora il pareggio). Ma è l’unico errore. E’ il più in forma e si vede.

Milinkovic: 6,5 Padrone del centrocampo. Gioca sempre con la testa alta e spadroneggia con la solita veemenza. Sfiora il gol su punizione. Nel finale piuttosto che calciare, a tu per tu con Audero, prova a servire Muriqi.

Leiva: 6,5 Primo tempo da protagonista assoluto: spazza via i palloni più difficili, ne recupera tanti e ne gioca ancora di più trovando sempre la soluzione più semplice. Esce, come sempre, dopo un’ora di gioco.

Luis Alberto: 7,5 Un pò mago, un pò spiderman, almeno nel modo di esultare. Settimo gol in campionato, con la sua solita giocata. Pochi minuti prima aveva sfiorato il bersaglio grosso, facendosi respingere il tiro da Audero. Se gira lui, gira anche la Lazio. Esce dopo un’ora.

Lulic: 5,5 E’ in ritardo di condizione. E non può che essere così. Non giocava dal primo minuto da oltre un anno e si limita al compitino. Meglio i dieci minuti giocati nella ripresa.

Correa: 6 Gioca più di fioretto che di sciabola. In 55 minuti neanche un tiro in porta, ma tanti chilometri percorsi. Esce nel momento in cui avrebbe avuto più spazio per far male.

Immobile: 5,5 Nel primo tempo corre tanto, ma sbaglia anche diversi palloni. Svirgola un sinistro al volo (non facile) e si lascia ipnotizzare da Audero. Nella ripresa non trova mail il guizzo.

Fares: 6,5 Entra bene in partita. Recupera palloni, corre e va anche al tiro dal limite. Forza Momo, c’è bisogno anche di te.

Escalante: 6 Attento. recupera palloni e li gioca con semplicità, senza strafare. Prende un giallo evitabile.

Akpa Akpro: 6 Corsa e velocità ci sono. La tecnica un pò meno.

Muriqi: 5 Getta alle ortiche la chance del raddoppio. Riesce a fallire un gol a porta vuota, ciccando il tiro a due passi dalla porta.

Caicedo: sv

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*