Tommaso Rocchi tra passato e futuro in vista di Inter-Lazio

Tommaso Rocchi, doppio ex della gara, racconta le sue sensazioni sul big match di domenica sera a San Siro.

Ai microfoni di Lazio Style Channel, Tommaso Rocchi, 105 gol con la maglia della Lazio e attuale allenatore dell’Under 20 biancoceleste, racconta le sue sensazioni a pochi giorni dal match di San Siro che potrebbe rivelarsi decisivo per il futuro di entrambe le squadre.

 “Sarà una partita affascinante, difficile per entrambe le squadre. I nerazzurri stanno facendo bene e hanno una grande rosa. Anche la Lazio però arriva da un’ottima striscia e, quando è al completo, è difficile batterla. Mi aspetto una gara a viso aperto e auguro ai biancocelesti di esprimere il loro massimo potenziale. Barella-Luis AlbertoSaranno entrambi fondamentali. L’ex Cagliari sta facendo un ottimo campionato, ma quello della Lazio è forse il miglior centrocampo della Serie A. Importanti però saranno anche gli esterni delle due squadre, che possono fare la differenza“.

DUELLO ACERBI-LUKAKU

Sarà un duello interessante da vedere. Il centrale biancoceleste dovrà essere bravo a capire quando usare il fisico e quando restare in attesa e temporeggiare l’attaccante. Immobile? E’ incredibile come stia riuscendo a essere sempre determinante e continuo. E’ generoso e un leader, fondamentale“.

IL GOL A PECHINO IN SUPERCOPPA

Il gol in Supercoppa a Pechino? Resterà indelebile e lo ricordo perfettamente. Sfruttammo l’occasione giocando al massimo contro una squadra impressionante che poi avrebbe vinto tutto. Rimpianti? No, mi porto dentro i momenti negativi come quelli positivi, entrambi parte della carriera di un calciatore“.

IL BAYERN MONACO PROSSIMO AVVERSARIO IN CHAMPIONS

Il Bayern? Una corazzata. La Lazio dovrà affrontarlo convinta dei propri mezzi e con la forza di dare tutto. Perchè, quando giochi al massimo, rendi difficile per chiunque affrontarti. Gli uomini di Inzaghi non dovranno avere rimpianti ma soprattutto fiducia in loro stessi. Nel calcio infatti può succedere di tutto“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*