Radu: contro il Bayern Monaco nella storia?

Il difensore potrebbe diventare, proprio nella serata di Champions contro i tedeschi, il calciatore biancoceleste con più presenze di sempre

La sfida contro il Bayern può essere la partita della storia. Per la Lazio e per Stefan Radu. I biancocelesti aspettano la gara contro i tedeschi (andata degli ottavi di Champions League in programma per il 23 febbraio) per misurarsi con i più forti di tutti. Sono 20 anni che non arrivano fra le prime 16 della massima competizione europea. All’epoca la formula prevedeva ancora i due gironi, la fase a eliminazione diretta cominciava solo con i quarti di finale. La Lazio, quell’anno, uscì con Real Madrid, Leeds e Anderlecht. Basterebbe questo per rendere speciale Lazio-Bayern. In realtà potrebbe anche essere la partita del record di Radu. Il romeno, arrivato nel gennaio 2008, ha giocato 398 partite con i biancocelesti. Più di lui solo Giuseppe Favalli (a Roma dal 1992 al 2004), che ha chiuso la sua avventura nella capitale con 401 presenze. A Radu servono altre tre partite per pareggiare il record: da qui al 23 febbraio la Lazio giocherà con Inter, Sampdoria e Bayern, appunto.

Con il Cagliari, nonostante non fosse al 100% Stefan Radu è stato tra i migliori in campo. Inzaghi non rinuncia mai a lui. Lo gestisce, ma appena può lo mette in campo

In questa stagione Radu, dopo qualche problemino fisico iniziale che aveva spinto Inzaghi a non inserirlo da subito nella lista per il campionato, sta disputando un’ottima stagione. Domenica scorsa, contro il Cagliari, il romeno è stato fra i migliori in campo benché, non al 100%, non fosse sicuro di giocare. Inzaghi però quando Radu è a disposizione non rinuncia mai a lui. Lo gestisce quando il calendario è particolarmente fitto, d’altronde fra i due (che hanno anche giocato insieme) il rapporto è molto stretto. Fu il tecnico, due anni fa, a spingere per il reintegro di Radu in rosa quando fra il romeno e la società si era venuta a creare un po’ di tensione.

Problemi risolti, problemi superati. Al punto che ora la società sta ragionando anche sul rinnovo. Il contratto di Radu scade a fine stagione, ma si sta trattando per allungarlo di un anno con un’opzione fino al 2023. Ma se ne riparlerà nelle prossime settimane. Prima si aspetta la partita della storia. La partita in cui Radu diventerà il più presente di sempre. E potrebbe accadere proprio in Lazio-Bayern. Una gara che i biancocelesti aspettano da 20 anni.

Radu, arrivato nel gennaio 2008, ha giocato 398 partite con i biancocelesti. Più di lui solo Giuseppe Favalli (a Roma dal 1992 al 2004), che ha chiuso la sua avventura nella capitale con 401 presenze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*