Inzaghi: domani sera vietato sbagliare

Nella consueta conferenza stampa prima della partita Simone Inzaghi ha presentato le possibili insidie di Lazio – Cagliari in programma domani sera allo stadio Olimpico.

L’insidia più grande è dare tutto per scontato?

“Domani sarà una partita insidiosa. Il Cagliari è in un momento che sta facendo pochi punti, ma le prestazioni sono buone. Ha ottime qualità, qualche defezione, ci aspettiamo un modulo simile al nostro. In questi giorni abbiamo lavorato in tal senso. Per quello che ha mostrato non merita questa classifica”.

Quanto conta avere una settimana piena per preparare la gara?

“Senz’altro c’è più possibilità di allenarsi bene, di andare nello specifico, sicuramente non eravamo più abituati. Da dopo il lockdown abbiamo giocato ogni tre giorni. Questa settimana abbiamo lavorato discretamente, abbiamo avuto qualche problemino: domani non avremo Patric, Strakosha, Ramos e Cataldi. Poi vedremo come andrà l’allenamento di oggi per Radu e Caicedo”.

Periodo da sfruttare al massimo anche per altri sogni?

“L’avevo già detto quali fossero i nostri due obiettivi: il primo era la qualificazione agli ottavi di Champions, l’abbiamo ottenuto. Il secondo era quello di rimanere in Europa, chiramente nell’Europa che conta di più. Sappiamo che il campionato è difficilissimo, sappiamo che le squadre di vertice che dobbiamo affrontare stanno tenendo un grandissimo ritmo. Noi abbiamo lasciato qualche punto di troppo indietro per le varie vicissitudini che abbiamo dovuto attraversare. Adesso siamo lì, non dobbiamo mollare, siamo in un’ottima striscia però sappiamo che dobbiamo pedalare tantissimo già domani sera con il Cagliari”.

Su Milinkovic?

“Penso che abbia fatto dei grandissimi progressi. È uno dei nostri top player, in questo momento sta avendo un rendimento davvero molto buono. Unisce qualità a prestanza fisica, ci aiuta in tanti momenti della gara. Deve continuare così, non guardare quello che è stato, ma al domani. Ha avuto duo o tre giorni di recupero perché aveva avuto un problemino con l’Atalanta, già ieri l’ho visto con tante motivazioni per fare una grande gara domani”.

Quanto conta la serenità del gruppo?

“È normale che in questo ultimo mese, dopo la sosta di Natale, a parte Ramos siamo riusciti ad avere la squadra quasi al completo. Domani ci saranno un paio di infortuni e una squalifica. La cosa migliore è questa, è normale che i risultati portino autostima, portino punti in classifica. Ed è da lì che dobbiamo ripartire, dobbiamo continuare questa striscia, sapendo che la squadra fisicamente sta bene, che questa settimana abbiamo potuto lavorare nel migliore dei modi. Fermo restando che domani sarà una partita molto insidiosa e difficile per noi”.

Approccio alla partita diverso rispetto al girone d’andata?

“Abbiamo una testa diversa, siamo in un trend molto positivo. Domani è un grandissimo banco di prova per valutare la maturità della squadra, e soprattutto conterà tantissimo l’approccio con cui entreremo in campo. Troveremo una squadra bisognosa di punti e con ottime individualità”.

Rinnovo?

“Ci siamo visti, sono molto positivo, come lo è il presidente. In questi ultimi tre giorni il presidente è stato impegnato in Lega, quindi non c’è mai stato. Lo rivedrò sicuramente oggi, siamo molto molto avanti. Sapete quanto sono contento, sapete quanto contino per me questa società e questa maglia”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*