MUSACCHIO PROVA DA LEADER

E’ entrato in campo ad otto minuti dalla fine del primo tempo. Gettato nella mischia si è subito inserito nella battaglia, mettendoci esperienza, tigna e senso della posizione. Mateo Musacchio ha bagnato il suo esordio in maglia biancoceleste con una prestazione super incoraggiante. Si è dimostrato subito pronto. Ha lottato contro Zapata, Muriel e tutti quelli che si aggiravano dalla sua parte, chiudendo con eleganza e dando il via alla manovra offensiva. Ha sostituito Patric, ammonito da Chiffi e prenderà il posto dello spagnolo anche domenica prossima contro il Cagliari, vista la squalifica dello spagnolo. Aspettava questa occasione e l’ha sfruttata. Contro l’Atalanta aveva chiuso la sua esperienza rossonera e sempre contro i nerazzurri ha iniziato la sua nuova avventura. Diverso è stato non solo l’epilogo (bruciante sconfitta con la maglia rossonera, trionfo con quella biancoceleste), ma anche la prestazione.

I numeri sono tutti dalla sua parte. Nell’ora (recupero compreso) in cui è stato in campo si è messo in evidenza: 4 recuperi difensivi, tre duelli aerei vinti, 30 palloni giocati, ma soprattutto esperienza e tranquillità regalata all’intero reparto. Ora aspetta una conferma: domenica prossima formerà con Acerbi e Radu il pacchetto arretrato. Ha in mano il destino suo e della difesa biancoceleste. E’ pronto ad un’altra battaglia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*