MIlinkovic, Acerbi e gli “straordinari” con una semifinale in palio

Aggrappati ai due giganti buoni, Acerbi e Milinkovic, un po’ per far rifiatare qualche elemento importante, un po’ per necessità la Lazio si presenta questa sera a Bergamo soltanto con due dei cinque “titolarissimi”. Come riportato dalle pagine odierne della Gazzetta dello Sport, Luis Alberto è ancora fermo ai box dopo l’operazione di appendicite, Leiva è squalificato, mentre Immobile (acciaccato) si accomoderà in panchina. Acerbi e Milinkovic, però, ci sono e proveranno a guidare la Lazio a quella che sarebbe la quarta qualificazione in una semifinale di Coppa Italia degli ultimi cinque anni.

ATALANTA VITTIMA PREFERITA

Dici Atalanta, l’avversario di stasera, e per Milinkovic è impossibile non pensare al gol che segnò ai bergamaschi nella finale di Coppa Italia del 2019. Probabilmente la rete più importante con la maglia biancoceleste perché servì a spezzare l’equilibrio della finale a un quarto d’ora dal termine (il successo della squadra di Inzaghi fu poi completato dal 2-0 di Correa). Ma il buon feeling del centrocampista serbo con la formazione bergamasca non si limita a quella marcatura. In tutto le sue reti contro i nerazzurri sono state 5, numero che rende l’Atalanta la sua vittima preferita. Oltre al gol della finale di Coppa Italia del 2019 ce ne sono altri 4 in campionato, tre de quali proprio a Bergamo (una doppietta nel 2017 ed una rete lo scorso giugno alla ripresa dopo il lockdown). Insomma, quando affronta la squadra di Gasperini, Milinkovic sembra avere una marcia in più. E sarà forse per questo che domenica scorsa si è “scaldato” con il gol segnato al Sassuolo, il quarto di questo campionato.

ACERBI STAKANOVISTA

All’Atalanta Acerbi invece non ha mai segnato, pur essendo la squadra che ha affrontato più volte nella sua carriera (quello di stasera sarà il 19° confronto). In realtà un gol ai bergamaschi lo aveva fatto, nel campionato 2018-19, proprio a Bergamo. Sarebbe valso l’1-1 allo scadere, ma fu annullato per un fuorigioco millimetrico rilevato dal Var. Ci riproverà questa sera, anche se il suo compito principale resta sempre quello di evitare i gol piuttosto che di farli. Negli ultimi incroci tra Lazio e Atalanta hanno tento banco le sue sfide con Zapata e lui ne è quasi sempre uscito vincitore. Stasera la sfida non dovrebbe ripetersi. L’attaccante colombiano sembra infatti destinato alla panchina, mentre Acerbi sarà schierato da Inzaghi sulla sinistra della difesa a tre e non in posizione centrale. Sulla sinistra Acerbi è più libero di spingere e partecipare all’azione. Una situazione che stasera gli consentirà ancor di più di fare da guida a una Lazio in formazione rimaneggiata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*