Il precedente: Quell’Atalanta-Lazio di Coppa Italia, nel segno di Fiorini

Se pensi a Lazio-Atalanta e alla Coppa Italia è impossibile non tornare subito con la mente alla finalissima della stagione 18-19. Allo stacco perentorio di Milinkovic, alla cavalcata di Correa, alle polemiche di Gasperini e a Lulic che alza al cielo la Coppa Italia. Ma in questa competizione c’è stato anche un precedente giocato a Bergamo, il 25 agosto 1985. Gigi Simoni, tecnico dei biancocelesti, schierò la sua Lazio con due punte (Garlini e Fiorini) più un trequartista (Vincenzo D’Amico) alle loro spalle. Un atteggiamento spregiudicato, ma coraggioso.

La gara fu bella, equilibrata e ricca di emozioni: dopo tante occasioni fallite, i nerazzurri sbloccarono il risultato con Magrin e raddoppiarono grazie a Stromberg. La Lazio reagì, trovando il gol del 2-1 grazie ad un penalty procurato da Garlini e trasformato da D’Amico. A dieci minuti dalla fine la prodezza del campione: Oliviero si avventa su un cross di Calisti e con una spettacolare sforbiciata volante trova Fiorini solo sul secondo palo: un assist bello e preciso che il centravanti trasforma nel gol del pareggio. Due a due, nel segno del Bomber.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*