La Lazio ribalta il Sassuolo 2-1. La corsa al quarto posto è appena iniziata.

Serve la grinta e la voglia messa in campo nel derby. Il diktat di Inzaghi ai suoi per approcciare alla sfida contro il Sassuolo. Detto, fatto. dopo un inizio da brividi la Lazio ribalta il Sassuolo e infila la 4 vittoria consecutiva in campionato.

Primo tempo – In effetti la Lazio parte bene, ma già dopo 3’ concede la prima opportunità ai neroverdi. Patric decisivo evita il gol. Poco dopo gli emiliano non capitalizzano un errore di Akpa Akpro in impostazione. E’ solo il preludio però alla rete di Caputo, che arriva al 6’ minuto. Il centravanti del Sassuolo è bravo a sfruttare l’assist di Traorè, 0-1. Da lì in poi la Lazio scuote e comincia a macinare gioco. Il Tucu appare impreciso e in un paio di occasioni si perde nell’ appoggio ad Immobile. Joaquin ci prova poi servito da Milinkovic, bravo Ferrari a deviare in angolo. Ancora Immobile al 20’ elude l’intervento di Ferrari con uno stop magistrale, il difensore emiliano lo falcia ma per il direttore di gara non è fallo, veementi le proteste dei biancocelesti, anche perché Ferrari poteva essere considerato ultimo uomo. La Lazio è padrona del campo e al minuto 25’ trova il pareggio sfruttando un calcio piazzato. Correa batte il corner, Milinkovic prende il tempo a tutti e con un terzo tempo perfetto spara la palla alle spalle di Consigli, 1-1. Il Sassuolo prova una timida reazione , ma è la squadra di Inzaghi che chiude in avanti la prima frazione di gara. 

Secondo tempo – La seconda frazione di gioco si apre con lo stesso spartita della prima. Gli emiliano iniziano meglio ma con il passare dei minuti la Lazio prende campo. I biancocelesti, lasciano il pallino agli avversari e si rendono pericolosi nelle ripartenze. Al 71’ Immobile, sempre Immobile, porta in vantaggio i suoi. Il bomber campano bravo a sfruttare una discesa di Marusic (migliore in campo insieme a Milnkovic), il montegrino mette in mezzo e Ciro capitalizza, 2-1. I Ragazzi di De Zerbi provano a reagire ma Acerbi e compagni non si fanno trovare impreparati. Nel finale Esacalante ,subentrato a Leiva appena ammonito, si divora la palla del possibile 3-1 non sfruttando una respira del portiere avversario su un tiro a giro di Muriqi.

Considerando le assenze e la caratura degli avversari, i biancocelesti hanno disputato un’ottima prova!

Antonio Frateiacci

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*