PARMA-LAZIO LE PAGELLE: LUIS ALBERTO E CAICEDO SU TUTTI. REINA SALVA RISULTATO

Reina: 7,5 Risponde da campione sul colpo di testa ravvicinato di Cornelius. Un intervento salva risultato. Bravo nelle uscite, regala sicurezza a tutto il reparto arretrato.

Luiz Felipe: 6.5 Una delle sue migliori partite. Affronta Gervinho ed è costretto, a causa della sua velocità, a cercare sempre l’anticipo. Attento, non sbaglia nulla. E si fa apprezzare anche in appoggio.

Acerbi: 6.5 Attento, puntuale e preciso. Quando dopo mezz’ora (e dopo una corsa sfrenata in difesa) si tocca l’adduttore fa rabbrividire Inzaghi e tutti i tifosi. Resta in campo, fallisce un gol a porta vuota, ma gioca con serenità, regalando tranquillità al reparto arretrato.

Radu: 6.5 Esperienza e attenzione. Gioca con calma e senza commettere errori. Si fa vedere per un paio di cross che avrebbero meritato miglior fortuna. .

Lazzari: 7 Due ripartenze a tutta velocità: nel primo tempo, dopo aver tagliato in due la difesa avversaria, sbaglia l’assist per Caicedo: nella ripresa indovina scatto, inserimento e assist per Luis Alberto.

Milinkovic Savic: 7 Muscoli, sostanza e qualità. L’azione del gol di Caicedo è da prendere e far vedere ai bambini della scuola calcio. Chiude in crescendo.

Leiva: 6 Siamo ancora alla ricerca del miglior Leiva. Bravo a interrompere un paio di azioni pericolose al limite dell’area, sbaglia la lettura di un pallone che porta ad un contropiede pericoloso di Gervinho (e all’infortunio di Acerbi).

Luis Alberto: 7,5 Continua l’astinenza da assist, ma è diventato straordinariamente efficace sotto porto. Segna un gol bello e importante, ne sfiora un altro ed esce misteriosamente nel suo momento migliore.

Marusic: 7 Una delle sue migliori prestazioni. Corsa, scatto e potenza. Sfiora il gol nel primo tempo e diventa un uomo in più in fase offensiva.

Caicedo: 7,5 E’ l’uomo più atteso e nei primi quarantacinque minuti è il laziale più pericoloso. Ci prova di sinistro, al volo, di testa. Nella ripresa segna un gol facile facile, il sesto in campionato.

Immobile: 6,5 Nel primo tempo è servito poco e male. Nella ripresa si divora un gol non da lui provando a saltare il portiere, invece di calciare. Poi confeziona, insieme a Milinkovic, l’azione del raddoppio.

Pereira: 6 Finalmente in campo con un minutaggio maggiore. Sfiora il gol, prova costantemente il palleggio e l’intesa con Immobile. Può essere una risorsa importante.

Akpa Akpro: 6 Muscoli e cervello. Si piazza alla destra di Leiva (e poi di Cataldi) e regala fosforo e corsa al centrocampo della Lazio. Quando bisogna regalare copertura alla difesa entra in scena lui.

Cataldi: 6 Entra e fa girare palla nella fase finale della partita.

Patric: sv

Anderson: sv

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*