Correa vs De Paul – Sfida tutta albiceleste sotto il segno del D10S

Prima delle sfide della nona giornata la lega di serie A ha deciso di omaggiare Diego Armando Maradona, con delle iniziative che verranno celebrate sia prima che durante le gare in programma in questo weekend calcistico. Nella sfida dell’Olimpico che vede affrontarsi Lazio e Udinese sono proprio due argentini guidare l’offensiva delle rispettive compagini. Tra i capitolini il Tucu è in una forma smagliante, sta vivendo uno dei periodi migliori, dal punto di vista della continuità di rendimento, da quando veste la maglia della Lazio. Probabilmente Inzaghi si affiderà nuovamente a lui per guidare l’assalto ai friulani, con i suoi strappi, cambi di passo e dribbling devastanti in uno stato di grazia e reduce dal primo gol in campionato nel turno precedente a Crotone.

Sul fronte dei friulani Rodrigo De Paul è un top player in un squadra di “gregari”, anche lui viene da un’ottima prestazione contornata dal gol vittoria contro il Genoa nel turno precedente. Il centrocampista argentino in questa stagione ha già segnato 2 reti e fornito 1 assist. Dopo la morte di Maradona, il numero 11 biancoceleste ha dichiarato: “Arrivederci Diego. Sarai eterno!”. Immancabile anche il pensiero del centrocampista bianconero: “Sarai eterno, hai portato in alto la bandiera del nostro paese. Il calcio e noi argentini non ti dimenticheremo mai. Grazie di tutto, riposa in pace.”

Rodrigo De Paul

Recentemente De Paul ha speso parole di stime nei confronti del Tucu e della Lazio in un’intervista “Ci stimiamo. È molto legato anche al mio compagno Pereyra e spesso facciamo videochiamata a tre. Questa settimana abbiamo evitato (ride, ndr). Qual è la sua dote migliore? È un calciatore pazzesco e ha un uno contro uno micidiale. Tecnicamente è fortissimo e dobbiamo stare attenti alle sue qualità. Lui e Milinkovic fanno girare la Lazio”. Amici fuori dal campo e compagni di nazionale i due si stimano ma sul terreno di gioco si daranno battaglia a suon di giocate. Per loro con il sangue albiceleste sarà impossibile non rivolgere un pensiero al numero 10 per eccellenza, e chissà che lui, el D10S, non si gusti da lassù le loro giocate. 

Antonio Frateiacci  

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*