Cinquini: Lazio attenta a quei tre

Oreste Cinquini ha lavorato con entrambi i club: dall’estate del 2002 al 2004 con la Lazio di Roberto Mancini, poi nello Zenit ha lavorato con Roberto Mancini. “Una squadra molto forte che, come tutti sanno, ora sta vivendo un momento di difficoltà – ha dichiarato ai microfoni del Corriere dello Sport – dico tre nomi a cui stare attenti: Lovren, centrale di esperienza e fisicità arrivato quest’anno, Barrios, un metodista molto tattico e utile e Malcon, che può risolvere la partita in qualsiasi momento con una delle sue giocate”. Cinquini conosce molto bene la Lazio e Inzaghi. “Non avrei mai pensato di vederlo come allenatore. Di quella Lazio ero certo che lo sarebbero diventati Stam e Mihajlovic. Per Simone mi aspettavo più una carriera da dirigente, invece è stato molto intelligent e ha mostrato grande capacità di gestione del gruppo. Dove può arrivare la Lazio? Per me supererà il turno, poi dipenderà dal sorteggio. La Lazio in una doppia partita può giocarsela con tutti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*