Inzaghi: “Vogliamo superare il girone. Domani carattere e attenzione. Giocherà Reina”

“Sappiamo dell’importanza della partita di domani. Il nostro obiettivo era passare il girone e ora ci mancano tre partite. Fino ad oggi abbiamo giocato tre partite nel migliore dei modi, ora dobbiamo affrontare una squadra forte, di qualità e che recupererà dei giocatori importanti”. Simone Inzaghi è super concentrato. Alla vigilia della sfida contro lo Zenit chiede ai suoi giocatori una gara senza errori. “Ci vorrà carattere e dovremmo recuperare energie dopo la sfida di Crotone. Sicuramente recupereremo Luiz Felipe dopo dieci giorni. Per il resto aspettiamo notizie ufficiali”.

Ha affrontato e battuto il Crotone, dopo aver fatto da mediatore nel caso Luis Alberto. “Ero sicuro che a Crotone avrebbe giocato così. Ho parlato con lui era tranquillo e sereno. Ha dimostrato in questi anni cosa può dare alla Lazio”. I biancocelesti non vengono mai considerati troppo dall’opinione pubblica. “Non ci danno mai per favoriti ed è una cosa alla quale siamo abituati . In questi anni siamo cresciuti continuamente. Abbiamo portato a casa trofei importanti. Questa stagione siamo partiti male a causa di un calendario tosto e per le defezioni. Ora mi auguro di recuperare tutti i calciatori e a disposizione. Se non parlano di noi non mi dispiace, perchè siamo consapevoli che se siamo tutti e non in emergenza possiamo giocarcela con tutti”.

A Crotone ha dovuto rinunciare a Milinkovic, fermato dal Covid e ad Angelo Peruzzi, chiamato a risolvere le distanze con Lotito. ” In tutte le famiglie ci sono incomprensioni e sono convinto che si possano risolvere al più presto come già successo in passato”. Tornerà Strakosha ma al momento si accomoderà in panchina. “Thomas è il nostro portiere titolare, ma è fuori da 15 giorni e deve tornare in condizione. Domani giocherà Reina, poi per domenica vedremo le condizioni di Thomas”.

Un occhio all’Olimpico, l’altro a Dortmund, dove il Borussia ospiterà il Bruges. Meglio sperare in una vittoria dei tedeschi per provare una fuga a due o sperare in un girone più equilibrato? “E’ difficile dare una risposta. Noi dobbiamo cercare di battere lo Zenit e basta. Quello che succederà a Dortmund non ci deve interessare. Domani non dobbiamo sbagliare approccio contro una squadra forte, che è testa di serie numero uno del nostro gruppo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*