Lazio, gli 007 vanno avanti. Dopo Pulcini verranno ascoltati i calciatori

Quasi tre ore di colloquio organizzato in gran segreto e in contropiede nello studio dell’Avvocato Gentile. Niente uffici in Via Campania per sfuggire alle telecamere e custodire un minimo di riservatezza. Il confronto – come scrive Il Corriere dello Sport – si è concluso intorno alle 17.30. Sul tavolo il protocollo federale e la ricostruzione dei casi Covid all’interno del centro sportivo di Formello nella settimana precedente alla partita di Torino del primo novembre.

Chinè non si è nemmeno interessato ai tamponi e agli esami di laboratorio. Non è materiale di sua competenza. Gli 007 vogliono accertare se la Lazio ha rispettato il protocollo Figc, come sono emerse le differenze in campo europeo all’esito dei tamponi e i comportamenti in merito a isolamento e allenamenti. “Abbiamo prodotto e depositato la documentazione, attestando le procedure che testimoniano la correttezza della Lazio. Nono sono state commesse violazioni o infrazioni, non ci sono state fatte contestazioni, è stato un colloquio cordiale e soddisfacente”.

L’inchiesta non si è ancora conclusa ed è destinata ad andare avanti, come ha intuito lo stesso legale della Lazio. Chinè è rimasto soddisfatto dalle risposte ricevute, ma non si fermeranno subito. Probabilmente verranno ascoltati anche i calciatori.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*