Tre valutazioni diverse, un’unica vittima: la Lazio

Una situazione assurda, ma nel caos tamponi italiani può accadere anche questo. Tre risultati diversi, dalla valutazione dei tamponi effettuati sulle stesse persone. Leiva, Strakosha e Immobile sono stati valutati, nel giro di pochi giorni dal Laboratorio Futura e Diagnostica di Avellino, dal Campus Bio Medico di Roma e dall’Ospedale Moscati di Avellino. I risultati hanno dato esiti controversi.

In Italia può accadere che il tampone di Leiva e Strakosha, positivo per il Campus Bio Medico, risulti invece negativo per il centro e l’ospedale di Avellino, mentre il tampone di Strakosha, negativo per il centro gestito dalla famiglia Taccone, sia invece valutato positivo dal centro di Roma e dall’ospedale di Avellino.

Come è possibile tutto ciò? Qualcuno ha sbagliato, o parliamo di dati talmente sensibili da risultare facilmente modificabili? Una cosa è certa, secondo le controanalisi effettuate ieri ad Avellino la Lazio ha subito un danno: contro la Juventus è stata infatti costretta a rinunciare ad almeno due calciatori (Leiva ed Immobile) che potevano essere utilizzabili.

E ora chi risarcisce la Lazio?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*