La Lazio dimostra la magagna dei tamponi Uefa

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito

La Lazio cerca di svelare il bluff dei tamponi Uefa, attraverso una doppia valutazione che regala due risposte ben diverse. Gli stessi calciatori sono stati testati dal Campus Bio Medico di Roma e dal laboratorio di Avellino. Il primo ha realizzato test rapidi, che hanno riscontrato la positività al gene E ed N di tre calciatori.

Il secondo, che ha effettuato test molecolari ha annunciato che tutti i tamponi sono usciti negativi. E ora per la serie A quali tamponi vengono considerati validi per permettere ai calciatori di scendere in campo? In linea teorica i molecolari (così come accade nella vita di tutti i giorni per ogni cittadino) sono considerati legge e superiori (per attendibilità) ai test rapidi.

Quindi a rigor di logica la risposta di Avellino supera per importanza quella del Campus Bio Medico. E se fosse stata tutta una mossa di Lotito per dimostrare la magagna dei controlli Uefa?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*