Pulcini: “Differenze con l’Uefa? Colpa del genoma N. E’ assurdo”

Ivo Pulcini, medico biancoceleste ha spiegato alla Gazzetta dello Sport il motivo delle differenti valutazioni sui tamponi da parte dell’Uefa. “I tamponi possono essere leggermente differenti per quello che riguarda il genoma N. Rappresenta un coda di un avvenuto contatto con il virus, talmente debole come virulenza che non ha nessun significato contagioso. Però la sola presenza dà come risposta «debolmente positivo». E questo per la Uefa è sufficiente per escludere un’atleta dalla competizione. Mentre per la Serie A vale come negativo e quindi può giocare. Questa è una grande assurdità. Ci dovrebbe essere una stessa voce, uno stesso metodo e uno stesso controllo”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*